Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! il bayern vince ed allunga

Il Bayern vince ed allunga, il Lipsia ora è secondo

SCHALKE 04-BAYERN MONACO 0-2
Vince sul velluto il Bayern, contro uno Schalke 04 in grande difficoltà: Musiala ispira per le reti di Gnabry e Choupo-Moting, un gol per tempo per portarsi a 34 punti e momentaneamente a +6 sulla seconda. Nagelsmann schiera un assetto molto offensivo, ma gli ospiti ci mettono qualche minuto a carburare: il Bayern fa girare la palla e domina, ma si accende davvero solo dopo la chance di Bülter, come se avesse bisogno di uno stimolo. Dopo aver sfiorato la rete con Choupo-Moting, che colpisce il palo, i bavaresi passano al 38′: Gnabry apre l’azione e la finalizza, duettando con Musiala che lo smarca con una magia di tacco. Ottava rete in Bundesliga per l’esterno e 1-0 Bayern al riposo, coi bavaresi che raddoppiano subito in avvio di ripresa con un rapidissimo contropiede, partendo dalla loro area e arrivando dall’altra parte in quattro semplici passaggi: è Musiala a servire Choupo-Moting, che batte il portiere in uscita. Staffetta dei Sané a metà ripresa: esce Leroy nel Bayern, entra il fratello Sidi (2003) nello Schalke. Non cambia però l’inerzia della sfida. Musiala si vede annullare il tris, Pavard lo sbaglia calciando alto. Controlla e vince il Bayern, concedendo anche minuti al gioiellino Wanner (2005): 2-0 allo Schalke, sempre più ultimo con 9 punti in 15 gare, -4 dalla penultima.

WERDER BREMA-RB LIPSIA 1-2
Prosegue la marcia del RB Lipsia, imbattuto da sette gare dall’arrivo di Marco Rose, con una serie di cinque vittorie e due pareggi che hanno consentito a Nkunku e compagni di scalare la classifica. Il 2-1 al Werder Brema vale infatti il secondo posto alle spalle del Bayern con 28 punti, aspettando la risposta del terzetto che giocherà domani (Union Berlino, Friburgo ed Eintracht). La partita inizia subito bene per gli ospiti, che passano in vantaggio al 13′: André Silva sblocca la sfida e la mette sui binari giusti per il Lipsia, che riesce a controllare la reazione del Werder nel primo tempo. La formazione di Ole Werner, rivelazione della Bundesliga, riesce a pareggiare nella ripresa: Gross fa esultare il Weserstadion firmando il momentaneo 1-1 al 57′. Si tratta però di un pari effimero, perchè cinque minuti dopo arriva la rete di Xaver Schlager: il centrocampista insacca sull’assist di André Silva ed è 2-1. Un risultato che dura fino al termine, il Lipsia esulta ed ora è secondo in campionato. Si ferma ancora il Werder, nono con 21 punti.

BAYER LEVERKUSEN-STOCCARDA 2-0
Continua a scalare la classifica il Bayer Leverkusen, che sembra essersi messo alle spalle il momento difficile: sconfitto 2-0 lo Stoccarda, in quella che è la terza vittoria consecutiva in Bundesliga per la formazione allenata da Xabi Alonso. Contro un avversario in difficoltà e terzultimo, la sfida viene aperta dal solito Diaby: l’ex Crotone e PSG conferma la straordinaria forma che gli ha fatto sfiorare i Mondiali, siglando il vantaggio alla mezz’ora. In una sfida povera d’occasioni, lo Stoccarda non riesce a reagire e viene punito ulteriormente nei minuti finali: Jonathan Tah firma il bis all’82’, sull’assist di Exequiel Palacios. Vince 2-0 il Leverkusen e sale in 10a posizione con 18 punti, agganciando Mainz ed Hoffenheim. Resta terzultimo invece lo Stoccarda a quota 14 punti, confermando le sue difficoltà in trasferta.

HOFFENHEIM-WOLFSBURG 1-2
Vince in rimonta e risale la classifica il Wolfsburg, ora settimo con 23 punti e una serie positiva aperta di otto gare senza sconfitta e quattro vittorie consecutive. Alla Rhein-Neckar-Arena, dopo un ottimo primo tempo passa l’Hoffenheim: il gran gol di Baumgartner (42′) porta avanti con merito i padroni di casa, che sperano di interrompere la loro serie negativa. Il vantaggio, però, dura solo tre minuti: la sfortunata autorete di Kabak rimette in carreggiata il Wolfsburg ed è 1-1 al riposo. Nella ripresa, arriva anche la rimonta dei lupi, che al 56′ segnano il 2-1 con Ridle Baku, anima della formazione di Kovac. Il forcing dell’Hoffenheim, che costruisce molte più occasioni da gol, non porta ad un pareggio che sarebbe meritato e prosegue la crisi dei padroni di casa. La formazione di Breitenreiter non vince da cinque partite, con tre ko consecutivi, e viene agganciata dal Leverkusen al decimo posto.

HERTHA BERLINO-COLONIA 2-0
Respira l’Hertha Berlino, che riparte dopo tre sconfitte consecutive e sconfigge un Colonia in crisi, autore di un solo punto nelle ultime cinque e ora a pochi passi dalla zona-retrocessione: finisce 2-0 all’Olympiastadion, in una gara dominata dai padroni di casa. Passa subito l’Hertha, che al 9′ trova il vantaggio con Kanga, alla seconda rete stagionale. Gli assalti del Colonia sono caotici e confusionari, come dimostra il clamoroso gol sbagliato da Adamyan: l’armeno calcia alto a porta vuota, sprecando un’occasione solare per il pareggio. E così, nella ripresa arriva anche il raddoppio di Richter: 2-0 per l’Hertha Berlino al 54′ e il risultato non cambia, col terzo ko consecutivo del Colonia. L’Hertha aggancia lo Stoccarda al terzultimo posto con 14 punti, mentre gli ospiti scivolano in 13a posizione con 17 punti e un misero +3 sulla zona calda della Bundesliga. Un avvio di stagione da dimenticare, per una formazione che l’anno scorso centrò le coppe europee ed è stata eliminata da Nizza e Partizan nei gironi della Conference League.

AUGSBURG-BOCHUM 0-1
Vittoria della speranza per il Bochum, che ottiene il secondo successo consecutivo e rilancia le sue ambizioni di salvezza dopo un avvio complicato: l’Augsburg cade 1-0 in casa ed ora ha solo due punti di margine sulla penultima della Bundesliga. Dopo un primo tempo molto equilibrato, la sfida si accende nella ripresa ed è il Bochum a passare in vataggio: Antwi-Adjei è l’eroe della formazione allenata da Thomas Letsch, segnando al 58′ la rete che varrà la vittoria. L’Augsburg ha una grande chance per pareggiare tre minuti più tardi, ma Berisha sbaglia clamorosamente il rigore dell’1-1. Il Bochum riesce a difendere il successo nel finale ed esulta per un’importante vittoria esterna. L’1-0 odierno lo lascia al penultimo posto, ma con 13 punti e una distanza risicata dalla salvezza alla vigilia della sosta. Stoccarda ed Hertha sono infatti a un solo punto, l’Augsburg a due lunghezze dopo il ko odierno. Tutto potrà accadere, alla ripresa delle ostilità prevista per il 22 gennaio.