il bus era stato vietato

Il bus scoperto era stato vietato, ma la FIGC non ha rispettato i patti

A pochi giorni dalla festa degli azzurri per la vittoria agli europei, scatta la polemica. La prefettura di Roma ha fatto sapere che il bus scoperto era stato vietato e che la FIGC non ha rispettato gli accordi. Anche Bonucci è stato impegnato in un acceso confronto con i vertici della polizia, che ribadivano il loro no.

Pare che la decisione di sfilare per le strade di Roma con il bus scoperto sia legata ad esigenze di ordine pubblico. Infatti i tifosi si erano già riversati in strada in attesa del bus e una mancata sfilata avrebbe potuto comportare una reazione di delusione nella tifoseria e quindi problemi di ordine pubblico.

La prefettura di Roma sul NO al bus scoperto

Prima della sfilata col bus scoperto, la prefettura di Roma e la FIGC hanno a lungo discusso delle modalità per consentire i festeggiamenti in sicurezza. Così come previsto dalle norme anti-Covid, nei luoghi all’aperto in cui non è possibile mantenere il distanziamento, è necessario indossare la mascherina.

Com’era prevedibile, però, gli unici ad indossare la mascherina erano gli agenti di polizia, mentre la folla di tifosi era quasi interamente senza mascherina. Per questa ragione la prefettura aveva proposto delle soluzioni alternative al bus scoperto, come un palco montato in piazza del Popolo.

In questo modo le forze dell’ordine avrebbero dovuto controllare un unico luogo e sarebbe stato più facile effettuare i controlli per il rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid.

Chiellini e Bonucci si sono imposti per sfilare col bus scoperto

Il braccio di ferro tra prefettura e FIGC ha visto anche la partecipazione di alcuni azzurri. Bonucci è stato visto parlare animatamente con gli organi di polizia, che ribadivano il loro NO al bus. Chiellini avrebbe inoltre dichiarato pubblicamente che gli azzurri avrebbero sfilato col bus, in modo da rendere impossibile un dietrofront per ragioni di ordine pubblico.

Per la vicenda del bus la prefettura ha quindi espresso la sua amarezza per il mancato rispetto dell’accordo da parte della FIGC. Il desiderio di leggerezza dopo la pandemia questa volta ha avuto la meglio e i tifosi, in un modo o nell’altro, sono stati accontentati.

Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€
Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€
Codere VERIFICA
OFFERTA BENVENUTO SPORT