Il pugno duro del giudice sportivo per la quinta giornata di campionato

Il pugno duro del giudice sportivo per la quinta giornata di campionato

Le regole ci sono e per chi non le rispetta non c’è molta indulgenza da parte del giudice sportivo. Il pugno duro del giudice sportivo dopo la quinta giornata di campionato (ancora in corso), non risparmia proprio nessuno, allenatori compresi.

Ecco che Mihajlovic dovrà saltare la prossima partita contro l’Empoli per alcune proteste contro l’arbitro al 47’ minuto di gioco. Sono ancora le proteste il motivo della squalifica di una giornata per Gonzales, raggiunto dal cartellino rosso (doppia ammonizione). Infine il giudice punisce anche il Verona per i cori razzisti.

Squalifica di una giornata per Mihajlovic

Le decisioni dell’arbitro non possono essere contestate e Mihajlovic non c’è andato per nulla leggero. Al 47’ protesta in modo vivace all’indirizzo dell’arbitro e il giudice sportivo lo punisce con una giornata di squalifica. Il tecnico dovrà quindi saltare la partita contro l’Empoli.

Doppio cartellino giallo per Gonzales

Gonzales durante Fiorentina – Inter non riesce a contenersi e applaude polemicamente all’arbitro, dopo averlo criticato. Era già stato ammonito, quindi questa ingenuità gli costerà una giornata di squalifica e quindi l’impossibilità di giocare nella partita contro l’Udinese.

Puniti i cori razzisti del Verona

Le decisioni del giudice sportivo si sono scagliate contro allenatori e giocatori, ma anche i tifosi hanno tenuto dei comportamenti da sanzionare. I cori razzisti del Verona nella partita contro la Salernitana, hanno comportato una multa di 10.000€ che dovrà pagare il club. Hanno dovuto aspettare tanto i tifosi per tornare sugli spalti, ma se vogliono continuare a restarci dovrebbero essere più rispettosi.

Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€
Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€