1996, ultima Champions Juventus. Ti sblocco 25 ricordi di quell’anno

22 maggio 1996, Roma. Ajax-Juventus 3-5 dopo calci di rigore. 
Avevo 12 anni, e vidi la partita a casa di uno dei miei migliori amici, nonché vicino di casa. Lui juventino, io no. Ma appassionato. Soprattutto di Roberto Baggio, in realtà, ma questo non contribuisce al ricordo. Passavamo le giornate a giocare al suo Amiga 600 e ad ascoltare a ripetizione ‘(What’s the Story) Morning Glory?’ degli Oasis.

Sognavo di comprarmi una Fiat Bravo, che era stata (inspiegabilmente) premiata auto dell’anno, ma  nel medio-breve periodo puntavo soprattutto allo Scarabeo. Che però non comprai mai, a favore di un più gratificante, ma meno di moda, Gilera Runner.

A scuola tutti portavano jeans a zampa e Dr. Martens anche d’estate, e i maglioni delle ragazze erano talmente larghi che prima di lasciare intravedere una qualsiasi forma sotto quei chilometri di filo colorato, bisognava farsi attraversare da fiumi di fantasia. 
Sono passati 25 anni da allora, e per ognuno di essi provo a sbloccarvi un ricordo.

Tutti, ovviamente, risalenti al 1996. 

1996 – 1) Il Boss e gli Elii a Sanremo

Pippo Baudo conduce per la 5a volta consecutiva il Festival. Una rassegna memorabile, co-condotta dalla Mazza e dalla Ferilli, che vede al primo posto finale Ron e Tosca con ‘Vorrei incontrarti fra cent’anni’. I vincitori morali, però, sono ovviamente gli Elio e le storie tese con ‘La terra dei cachi’. Curiosità: doveva partecipare anche la Vanoni (presente anche a Sanremo 2021), ma venne esclusa e sostituita in extremis da Enrico Ruggeri.

Il momento artisticamente più alto della kermesse, però, si tocca quando sul palco dell’Ariston sale Bruce Springsteen, che pretende di cantare – con tanto di testo tradotto in sovraimpressione – la sua ipnotica ‘The Ghost of Tom Joad’.

1996 – 2) Nuove maglie, nuove regole e vecchi bomber in Serie A

Igor Protti del Bari e Beppe Signori della Lazio, con 24 reti a testa, vincono la classifica marcatori della Serie A. Un campionato, vinto dal Milan di Baggio e Weah, che vede in campo contemporaneamente gente come Batistuta, Bierhoff, Zola, Chiesa, Rui Costa.

Per la prima volta – per ovvie e comprensibili esigenze di marketing – compaiono i nomi dei calciatori sulle maglie, come in Inghilterra, e i numeri vanno dall’1 al 99. Ma non solo, perché per la prima volta in campionato vediamo la “liberalizzazione” delle 3 sostituzioni, perché sino ad allora una delle tre era vincolata al portiere. Altro che 5, in non so quanti slot, e se sbagli è partita persa.   

1996 – 3) Prodi Presidente e l’esordio da Vespa

Da qualche giorno, rispetto al 22 maggio, Romano Prodi è Presidente del Consiglio, supportato da una coalizione composta da 11 partiti (solo uno dei quali – i Verdi – esiste ancora oggi). Proprio Prodi è l’ospite della prima puntata in assoluto di ‘Porta a Porta’, di Bruno Vespa, a gennaio 1996. Con lui anche Francesco Moser e Valeria Marini. 
La cosa più grave è che ho appena scoperto che la sigla non era quella che tutti conosciamo, e questo mi rattrista non poco.

1996 – 4) Renzi 21enne imita Berlusconi e chiacchiera con Veltroni

Matteo Renzi si iscrive al Partito Popolare Italiano e partecipa ai ‘Comitati per l’Italia che vogliamo in Toscana’ a sostegno, appunto, di Romano Prodi. L’apice, però, Matteo lo raggiunge durante questo scambio con Walter Veltroni, che all’epoca dirigeva l’Unità. Se davvero volete farvi due risate, però, dategli un’occhio mentre fa l’imitazione di Berlusconi.
 

1996 – 5) In campo in Juve-Porto, ma non ancora nati allora

Nascono Franck Kessié, oggi trascinatore del Milan, Timo Werner, Leroy Sané, Kingsley Coman, Lucas Hernandez. Ma anche Marko Grujic e Mamadou Loum, in campo entrambi in Juventus-Porto 3-2 d.t.s. 
 

1996 – 6) “Possono toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai la libertà”

‘Braveheart’, di e con Mel Gibson, vince l’Oscar come miglior film di un’annata che vede protagonisti, tra gli altri, anche ‘Il Postino’, ‘Casinò’ e ‘I soliti sospetti’.
 

1996 – 7) Pepé non ancora politicamente scorretto

Esce al cinema ‘Space Jam’. Quest’estate, potremmo assistere al suo sequel 5 lustri dopo: ‘Space Jam: A New Legacy’. Stavolta non ci sarà, però, Pepé le Pew, perché secondo qualcuno oggi il suo personaggio “alimenterebbe la cultura dello stupro”.

Vabbé.

1996 – 8) Il trisavolo del Fantacalcio® sul web?

Sul web, che conta solo 10 milioni di PC connessi in tutto il mondo, appare il primo sito dedicato ai fantasy games sportivi: Fantasy baseball. 
Ma la cosa davvero figa è che prima di consultarlo, ogni volta dovevi ascoltare questo adorabile e morbido sound. In merito al quale, come riportano i top commenters di youtube, “This sound plays when you ascend to heaven”.

1996 – 9) Cantautorato sulla Mucca pazza

La Commissione europea vara un embargo sulla carne britannica a seguito del cosiddetto morbo della “mucca pazza”. In Italia il primo caso arrivò 5 anni dopo. Altro che Coronavirus. Nel frattempo, però, degli improbabili antenati dei Maneskin (nessuno di loro era nato, nel 1996, per inciso) dedicano a quegli eventi un pezzo notevole e dal testo davvero impegnato.

1996 – 10) Le mattinate su Italia 1 e non in DAD

La mattina i ragazzi che non vanno a scuola possono godersi, su Italia 1, i cartoni animati “Tartarughe Ninja alla riscossa”, ma anche “Settimo Cielo”, “MacGyver”
“T.J. Hooker”, “Genitori in blue jeans” e “T. J. Hooker”. 

Ah, io quelli di ‘Settimo Cielo” li odiavo tutti. Indistintamente.
 

1996 – 11) “Noi, popoli della Padania”

A Venezia Umberto Bossi, segretario della Lega Nord, proclama l’indipendenza della Padania e l’indizione di un referendum per il suo distaccamento dallo Stato italiano.

Quello stesso partito oggi governa, ha un leader dichiaratamente europeista, ed è accreditato del 22.5% dalle intenzioni di voto. 
 

1996 – 12) La clonazione

A Roslin, in Scozia, nasce Dolly, prima pecora (nonché primo mammifero) ad essere stato clonata con successo. Noi, in merito, la pensiamo come Gaber.

1996 – 13) Ta-ra-tatta-tattara

Va in onda su Canale 5 la prima puntata di Uomini e donne, in diretta dal lunedì al venerdì dalle 14:15 alle 15:30. Il format era completamente diverso: si trattava di una sorta di spin-off del precedente talk-show della De Filippi, Amici, in cui si affrontavano problemi coniugali e/o familiari. Prima che ve lo chiediate: Tina Cipollari ha 30 anni e (fortunatamente) non è ancora mai apparsa in TV.
 

1996 – 14) Pacciani saluta dal balcone

Pietro Pacciani, in carcere da oltre 3 anni, viene assolto dalla Corte d’appello di Firenze per non aver commesso il fatto e viene dunque scarcerato. E saluta tutti, con benevolenza.

1996 – 15) Addio ai Prendi quello

Dopo 6 anni di attività, si sciolgono i Take That: i singoli componenti motivano la scelta spiegando di voler intraprendere delle carriere da solisti. Sempre nel 1996, i Ramones annunciano il loro ritiro dalle scene con un ultimo concerto a Los Angeles. Un caso? 

1996 – 16) La rinascita del Pop

In Italia, si alternano al top delle classifiche dei singoli ‘Children’ di Robert Miles, ‘Gangsta’s Paradise’ di Coolio, ‘Summer Is Crazy’ di Alexia, la cover di ‘Killing Me Softly’ dei Fugees e ‘Born Slippy .NUXX’ degli Underworld. In vetta alle chassifiche c’è anche ‘Più bella cosa’ di Eros Ramazzotti, che vince il Festivalbar a cui partecipa anche Ligabue con ‘Certe notti’.

1996 – 17) “Tappami, Levante”

A Natale arriva al cinema ‘Il ciclone’ di e con Leonardo Pieraccioni, che sbancherà ai botteghini nella stagione ’96-’97. Il backstage è anche meglio del film. 

1996 – 18) Una sola persona da chiamare al cellulare

Gli italiani bramano il nuovo telefono cellulare uscito sul mercato: l’Ericcson T10, dalla caratteristica flip-on (che ora pare valga qualche migliaia di euro, se ben tenuto). 

E iniziano tutti gradualmente a buttarsi su Omnitel, che lancia il suo primo abbonamento senza canone fisso ma soprattutto la tariffa “You and me” che spopolerà da lì a breve e consente di chiamare a ripetizione mamme, morose, mogli e amanti – una sola di queste categorie, però – per 4.000 lire al mese e a 195 lire al minuto (più IVA). Perché loro volevano “portarci in un mondo più libero”.

1996 – 19) Diritti TV un po’ diversi

Le partite di Serie A si vedono per la prima volta, tutte quante, sulla prima pay TV in Italia, Tele+, che fino all’anno precedente trasmetteva solo il posticipo. Nel 1996, appunto, su Tele+ ci si poteva abbonare all’intero campionato, alle partite di una singola squadra o acquistare le singole partite. 
 

1996 – 20) “Chissà, chissà, chissà se ce la fa”

A gennaio va in onda l’ultima puntata del sabato sera preferito dagli italiani di quell’epoca, lo ‘Scommettiamo Che…?’ della triade Fabrizio Frizzi, Milly Carlucci, Gianni Mazza. Lo show continuerà, qualche anno dopo, ma senza la Carlucci e soprattutto senza la verve del primo ciclo.
 

1996 – 21) Gigi Campione d’Europa

Gigi Buffon vince, a soli 18 anni, l’europeo Under-21 in Spagna. Il titolare di una squadra azzurrina probabilmente mai così forte però è Angelo Pagotto, della Sampdoria. Con loro ci sono Cannavaro, Panucci, Nesta, Tommasi, Totti e Delvecchio. In finale vinciamo ai rigori contro i padroni di casa che schierano Mendieta, De La Pena, Morientes e Raul.
 

1996 – 22) La maxi storia di come la sua vita è cambiata

A maggio va in onda l’ultima puntata di ‘Willy, il principe di Bel-Air’, che con la sua sesta serie chiude un ciclo. Per la cronaca, in quel 184° episodio, gli zii di Willy mettono in vendita la casa di Los Angeles, Hilary e Ashley cambiano città, Carlton viene ammesso a  Princeton, Geoffrey torna in Inghilterra, e Willy va in ansia. Ma alla fine rimane a Los Angeles.  
 

1996 – 23) Maria Mazza e Denny Mendez

A settembre la radiosa Denny Méndez viene eletta Miss Italia 1996. È la prima Miss Italia di origine non italiana. Qualche tempo dopo, i Pitura Freska la citano in ‘Papa nero’. 
Ma riguardiamo le 80 finaliste. Occhio alla numero 65, a 6:10. 
 

1996 – 24) Crash, Lara e la sala giochi

Esce il primo ‘Crash Bandicoot’ per PlayStation ma anche il primo ‘Metal Slug’, per Neo Geo e arcade. Ma è anche l’anno del primo ‘Tomb Raider’. Io, ovviamente, giocavo a Metal Slug perché ero povero, non avevo la Play, e rubavo le monetine a mio zio per arricchire il tizio della sala giochi. Scherzo, giocavo anche a Crash. Di Lara Croft, invece, guardavo solo le tette. E non ero certo l’unico.
Se avete un paio d’ore da buttare nel cesso, vi consiglio di guardare l’intero walkthrough e la fine del gioco. 
 

1996 – 25) Vale come Gigi

Valentino Rossi fa il suo esordio nel motomondiale. E, come Buffon, è ancora in pista. E pare che anche lui non voglia proprio saperne di dire basta. 
 

La vera domanda, però, è…e voi?

Cosa facevate nel 1996, oltre a chiedervi già quando sarebbe arrivata la prossima Champions della Juve? 

betaland VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€
Eurobet VERIFICA
5€ BONUS + 10€ BONUS + BONUS FINO A 200€
PlanetWin B VERIFICA
BONUS DI BENVENUTO: 365€