Atalanta, Carnesecchi: “L’esperienza in B mi sta aiutando”

Marco Carnesecchi, 20enne portiere della Cremonese in prestito dall’Atalanta, ha parlato nel corso di un’intervista concessa al Corriere dello Sport. Queste le parole del portiere dell’Italia Under 21 che ha stupito tutti nel corso delle ultime tre gare degli azzurrini.

Intervista a Carnesecchi sull’Italia

 

Carnesecchi, l’Italia è tra le migliori otto dell’Europeo. Ma si aspettava questa sofferenza per arrivarci?

«Direi di sì, il nostro girone non era semplice. Contro i cechi siamo stati sfortunati, poi è arrivata la Spagna. Una partita durissima. Abbiamo fatto un ottimo percorso con Nicolato, dobbiamo esserne orgogliosi».

La Spagna andava in gol da 32 partite, l’Italia l’ha fermata sullo 0-0. Cosa significa?

«Che non siamo così distanti dal massimo livello. Siamo lì, alla pari. Ce la possiamo giocare con tutti. Contro la Spagna siamo stati anche un quarto d’ora in nove e abbiamo giocato da squadra vera».

Questa Under 21 sa lottare, ha il Dna delle grandi italiane del passato?

«La tenuta difensiva dice questo. Ma non siamo solo lotta e carattere. Giochiamo bene a calcio e lo abbiamo dimostrato, realizzando quattro gol alla Slovenia in una gara da dentro o fuori» .

L’unica rete gliel’ha segnata un compagno di squadra…

«Sì, l’autogol di Maggiore all’esordio. Sicuramente mi dovrà pagare una cena (ride, ndr)».

Intervista a Carnesecchi sul futuro

Questo Europeo sarà il trampolino di lancio per la sua carriera?

«Me lo auguro, è stata un’esperienza unica. Ma ciò che conta è aver passato il girone. Vorrei però che le mie prestazioni personali passassero in secondo piano per esaltare quelle della squadra. Questa Italia andrà lontano».

La parata più difficile nel torneo?

«Quella contro la Spagna su Puado nei minuti di recupero. Grazie a quell’intervento la squadra ha potuto giocare l’ultima partita potendo contare solamente sulle proprie forze, senza farsi condizionare dal risultato dell’altro campo».

I giovani italiani nei club giocano poco. Quanto la sta aiutando questa continuità nella Cremonese?

«L’esperienza a Cremona di quest’anno e quella a Trapani della stagione passata sono importanti. Stare in campo ti aiuta in esperienza, lucidità nelle scelte e maturità».

Carnesecchi su Donnarumma

“Al portiere serve esperienza” si diceva. Poi è arrivato Donnarumma, in Nazionale maggiore da quando ha 19 anni.

«Ha dimostrato che l’età è solamente un numero. Se hai un obiettivo da raggiungere, la fame giusta e sei bravo, lo spazio lo trovi. Avere Gigio come punto di riferimento mi motiva, allenarmi con lui sarebbe un sogno».

 

Skybet VERIFICA
BONUS DI BENVENUTO FINO A 100€
Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€
Betfair VERIFICA
10€ AL DEPOSITO + €200 DI BENVENUTO