Dani Alves: “Juve? Mi promisero di cambiare gioco. Ma non era vero”

Dani Alves via dalla Juventus? Tutta colpa, se così può dirsi, del modo di giocare della squadra bianconera. 19 presenze in campionato nella stagione 2016-17, dove il meglio di sé l’esterno brasiliano lo diede nelle 12 apparizioni in Champions, condite anche da 3 gol, uno dei quali in semifinale contro il Monaco. 

Dani Alves è tornato sul suo addio nelle sue storie su Instagram, dove tra le domande presentategli nel consueto box dai suoi follower, l’ex esterno di Barcellona e Psg ha spiegato i motivi del suo addio ai bianconeri. 

Addio Juve, Dani Alves: “Ecco il motivo”

Per quale motivo, allora, Dani Alves lasciò la Juventus dopo appena un anno? Tutta colpa, a quanto pare, del modo di giocare dei bianconeri. L’esterno brasiliano lo ha spiegato in una risposta ad un suo follower su Instagram. 

“Ho lasciato la Juve perché mi avevano detto che avrebbero cambiato modo di giocare, ma non era vero”.

Ironia del caso, proprio qualche settimana fa Massimiliano Allegri, all’epoca dei fatti allenatore della Juventus, aveva ricordato un aneddoto con Dani Alves protagonista, in cui il brasiliano aveva convinto il tecnico a modificare approccio al gioco. 

L’episodio raccontato era di natura squisitamente difensiva, chissà che Dani Alves non intedesse in realtà altro. Queste le parole di Massimiliano Allegri. 

“Eravamo a Napoli a giocare la semifinale di Coppa, dovevamo portare a casa la partita visto che mancava poco. Dani Alves mi disse che voleva andare a uomo su Insigne perché era l’unico azzurro che ci stava creando qualche problema. A quel punto gli ho dato il mio ok. Anche io ho imparato dai grandi giocatori. Quando giocammo col Barcellona andammo a uomo su Neymar ricordando questa esperienza”.

PlanetWin B VERIFICA
BONUS DI BENVENUTO: 365€
Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€
888 VERIFICA
100€ Bonus Benvenuto