Euro 2021, l’UEFA vuole i tifosi: il punto della situazione

Il 7 aprile per dire sì allo stadio Olimpico di Roma aperto per le gare di Euro 2021, il rischio è di perdere la sede: la UEFA è stata chiara, agli europei itineranti i Paesi ospitanti dovranno garantire l’accesso al pubblico in sicurezza, altrimenti correranno il rischio di essere sostituiti: tra i casi incerti proprio quello della Capitale, per la quale parte la corsa ai necessari adeguamenti e protocolli di garanzia: a riassumere la situazione legata alle sedi di Euro 2021 è Sky Sport.

 

Olimpico, corsa contro il tempo: sì al pubblico?

Balla Roma assieme ad altre città più indietro sul fronte riapertura: l’Olimpico con Italia-Turchia è anche la sede del match inaugurale della manifestazione. La Uefa ha concesso poche settimane per una risposta, sì al pubblico oppure farà le sue valutazioni: per Roma è dunque anche una corsa contro il tempo.

Euro 2021 con pubblico, cosa aveva detto Ceferin

“Ogni città dovrà garantire che ci saranno tifosi sugli spalti durante le loro partite. Lo scenario ideale è giocare il torneo nelle 12 sedi originali, ma se ciò non sarà possibile si andrà avanti in 10 o 11 paesi. Dipenderà dalla possibilità di soddisfare le condizioni richieste”. 

Euro 2021, le venti città allo stato attuale

Amsterdam (Paesi Bassi) – Johan Cruyff Arena
Baku (Azerbaigian) – Stadio Olimpico
Bilbao (Spagna) – San Mames
Bucarest (Romania) – Arena Nationala
Budapest (Ungheria) – Puskas Arena
Copenaghen (Danimarca) – Parken Stadium
Dublino (Repubblica d’Irlanda) – Aviva Stadium
Glasgow (Scozia) – Hampden Park
Londra (Inghilterra) – Stadio di Wembley
Monaco di Baviera (Germania) – Allianz Arena
Roma (Italia) – Stadio Olimpico
San Pietroburgo (Russia) – Stadio Krestovsky

888 VERIFICA
100€ Bonus Benvenuto
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€
Snai VERIFICA
15€ BONUS FREE + BONUS FINO A 300€