Inter, Marotta: “Cessione di Hakimi? In 24 ore dovrebbe essere chiusa. Su Lautaro…”

Beppe Marotta, dirigente dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: queste le sue parole, focalizzatesi naturalmente sulla prossima sessione di calciomercato.

Sul mercato in generale

“Non ci saranno operazioni onerose in questa sessione di calciomercato, dunque mi aspetto tanta creatività da tutti i dirigenti coinvolti. Scadenze di contratto? In un calcio passato poteva essere un vantaggio, adesso rischia di essere uno svantaggio. Gli stipendi dei calciatori hanno raggiunto cifre davvero esorbitanti, agli obiettivi sportivi si deve anteporre la sostenibilità di un progetto. Noi lavoriamo in una squadra, la cosa che deve spingerci ad agire con tranquillità è cercare di cogliere le opportunità. Serve fantasia per sfruttare grandi occasioni. Nessuno farà acquisti top, noi partiamo da una grande base e ci daremo da fare”.

Sulla cessione di Hakimi

“E’ stata un’operazione condotta bene, ci sono ancora delle formalità da espletare ma siamo ormai in dirittura d’arrivo. I trasferimenti all’estero hanno sempre tempi più lunghi, ma entro 24 ore arriveremo alla chiusura. Un trasferimento doloroso per noi senza dubbio, come amministratore ho l’obbligo di interpretare le linee guida della proprietà. Dobbiamo garantire un momento di sostenibilità in un momento delicato per l’Inter ma per tutto il calcio in generale.

Riuscire a cedere un calciatore solo per soldi è una mosca bianca. E’ una caratteristica che va notata. Proviamo a confermare tutti a meno che qualcuno non chiederà di essere ceduto, in quel caso ne parleremo. Con la cessione di Hakimi respireremo un pochino, vorremmo tanto non vendere altri calciatori e mantenere l’organico che ci ha dato soddisfazioni nella scorsa stagione”.

Su Lautaro Martinez

“Ci tengo a sottolineare che l’Inter ha sempre degli obiettivi sportivi da raggiungere, con Lautaro si sono iniziati piccoli approcci per il rinnovo di contratto. E’ un giovane su cui l’Inter punta, e non solo lui. Non è un’impresa facile, ma abbiamo l’obbligo di difendere il patrimonio storico di questo club”.

Su Eriksen

“Non l’ho sentito direttamente, ma i nostri medici si sono tenuti in contatto e quello che conta è ritrovare l’uomo Eriksen, prima del calciatore. Il primo intervento fatto è stato miracoloso ed efficiente, poi il resto viene in secondo piano. Non abbiamo pensato al futuro, non è il caso al momento. Gli serve serenità”.

 

Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€
Betfair VERIFICA
10€ AL DEPOSITO + €200 DI BENVENUTO
betaland VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€