Le parole di Martinez dopo Danimarca-Belgio

Dopo la vittoria ottenuta in rimonta contro la Danimarca, il ct del Belgio Roberto Martinez ha commentato il match in conferenza stampa. Una partita dai due volti per i Diavoli Rossi, apparsi in grave difficoltà nella prima frazione, decisamente più solidi nella ripresa; per Martinez l’atmosfera dello stadio e l’emotività legata alla vicenda Eriksen hanno giocato un ruolo fondamentale. Di seguito le parole di Martinez dopo Danimarca-Belgio.

Le parole di Martinez dopo Danimarca-Belgio

Queste le parole di Martinez dopo Danimarca-Belgio: “Penso sia difficile da spiegare a chi l’ha vista in TV, ma facile per chi era allo stadio. I tifosi hanno creato una incredibile atmosfera, li hanno aiutati a segnare. A quel punto, eravamo un po’ scioccati, non riuscivamo a tenere il ritmo dei danesi. C’era da aspettarselo, penso anche che nel primo tempo ci sia stata tanta emotività. Il secondo è stato più razionale, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Queste sono le vittorie di cui fare tesoro, che ti migliorano come squadra”.

Su De Bruyne

Su De Bruyne: “Non puoi mai dubitare di uno col suo talento. Credo che però ci sia anche altro: il modo in cui ha giocato nel secondo tempo non è quello di un calciatore che è stato fermo. Dimostra come ha saputo lavorare, è stato impressionante per uno che è stato fuori così tanto riuscire a cambiare una partita così”.

Sulla Danimarca

Sulla Danimarca: “Hanno usato il vantaggio di giocare in casa molto bene. Ci hanno messi sotto pressione, erano più veloci in tutto. Parliamo di una squadra piena di talento, forte anche a livello tattico. Riescono a inserire qualsiasi giocatore. Nel primo tempo ci hanno impedito completamente di giocare, nella ripresa siamo stati noi stessi”.

Su Witsel

Su Witsel: “Credo che sarebbe interessante chiederlo a un tifoso neutrale. Penso che sia entrato bene, non sembrava un giocatore che non giocasse una partita da così tanto tempo. È una dimostrazione per qualsiasi sportivo: se si vogliono raggiungere dei risultati, bisogna lavorare come ha fatto Axel per recuperare”.

Sulla differenza tra primo e secondo tempo

Sulla differenza tra primo e secondo tempo: “Non penso che nel primo tempo ci siano stati nostri demeriti, è andato così per l’atmosfera dello stadio e per i meriti della Danimarca. Eravamo indietro su tutto: sono cose che capitano, ma penso che sia merito del modo in cui la Danimarca ha sfruttato il fattore casa. Siamo riusciti a cambiare la partita nella ripresa, abbiamo capito cosa dovremo fronteggiare in questo torneo per vincere: non si possono buttare 45 minuti”.

Su Witsel, Eden Hazard e De Bruyne titolari

Su Witsel, Eden Hazard e De Bruyne titolari: “Sì, forse non per giocare 90 minuti, ma lo vedremo nelle prossime partite. Hanno avuto una grande influenza su questa partita e hanno potuto testarsi in una gara ad alta intensità. Ora il prossimo step è vedere se reggono 90 minuti, penso che lo scopriremo contro la Finlandia”.

Snai VERIFICA
15€ BONUS FREE + BONUS FINO A 300€
Betfair VERIFICA
10€ AL DEPOSITO + €200 DI BENVENUTO
888 VERIFICA
100€ Bonus Benvenuto