L’Italia affronterà la Macedonia del Nord per i playoff dei mondiali

AGI – Sorteggio playoff agrodolce per l’Italia di Roberto Mancini, che affronterà la Macedonia del Nord nella semifinale del Girone C, ma in caso di vittoria gli azzurri saranno costretti a vedersela verosimilmente con il Portogallo, impegnato con la Turchia nell’altra sfida.

Il peggior accoppiamento che potesse capitare per gli uomini di Roberto Mancini, che avrebbero fatto volentieri a meno d’immaginare una possibile sfida decisiva per la qualificazione al Mondiale contro Cristiano Ronaldo e compagni. Per di più fuori casa.

Se la Macedonia del Nord è infatti sulla carta un avversario più che abbordabile, la nazionale rossoverde è proprio quella che l’Italia avrebbe voluto evitare.

The semi-finals are set for the European play-offs!

One team from each of the 3 paths will reach the #WorldCup pic.twitter.com/cvkFwdzQoX

— FIFA World Cup (@FIFAWorldCup) November 26, 2021

Ma andiamo con ordine. Il 24 marzo gli azzurri dovranno prima battere i macedoni per andarsi a giocare le ultime chances di qualificazione.

Gli unici due precedenti con i giallorossi riguardano proprio le qualificazioni al Mondiale del 2018: nel girone l’allora squadra di Giampiero Ventura vinse fuori casa all’andata, passando 3-2 in rimonta con un gol all’ultimo respiro di Immobile, pareggiando poi al ritorno in casa 1-1. Insomma due gare non proprio entusiasmanti.

La speranza è che con il pubblico a favore l’Italia faccia il suo dovere, ritrovando lo spirito battagliero e lo straordinario carattere del recente Europeo.

Solo in caso di vittoria si penserà alla finale del 29 marzo, in cui come già detto giungerà la vincente di Portogallo-Turchia. Cristiano Ronaldo, Joao Felix, Diogo Jota, Pepe, Bruno Fernandes e tanti altri nomi d’élite: la nazionale lusitana non ha bisogno di grandi presentazioni. Parlano i nomi dei giocatori che la rappresentano.

Una squadra che ha gettato al vento una qualificazione diretta perdendo in casa all’ultimo respiro con la Serbia, venendo totalmente derubata di un gol proprio in extremis di Ronaldo nella gara d’andata (palla entrata vistosamente in rete ma giudicata fuori da arbitro e guardalinee, in assenza di Var e Goal Line Tecnology).

La squadra di Fernando Santos ha tanto da riscattare e farsi perdonare, un’eventuale finale con l’Italia sarà una grande battaglia.

Attenzione però alla Turchia che, è vero, non viene da un grande Europeo disputato ma ha chiuso in crescendo la fase di qualificazione al Mondiale.

Calhanoglu, Cengiz Under e Yilmaz sono sicuramente gli uomini turchi con più qualità, con i muscoli e la cattiveria agonistica di Demiral che potrebbero arginare CR7, ex compagni alla Juventus.