Mandzukic e la maledizione del numero 9: cinque gare per meritare la conferma

La rinuncia dello stipendio di marzo, di fatto, è stata l’unica nota positiva fino a qui. L’esperienza di Mario Mandzukic al Milan è a dir poco deludente: tornato in Italia a gennaio per dare una mano ai rossoneri prima a coltivare il sogno scudetto e poi a centrare il traguardo Champions, si è rivelato un elemento quasi per nulla utile alla causa. E chi lo ha preso all’asta di riparazione del Fantacalcio, rimpiange già l’investimento fatto.

Milan, continua la maledizione del numero 9

A pesare, anche solo a livello scaramantico, sul rendimento di Mandzukic al Milan è stata volendo anche la scelta del numero di maglia, quel numero 9 che ormai da tanti anni ha fatto un numero di ‘vittime’ impressionante e che dopo Inzaghi nessuno è riuscito a onorare: Pato, Torres, Matri, Destro, Luiz Adriano, Lapadula, André Silva, Piatek e Higuain, un flop dietro l’altro a cui sta per aggiungersi il centravanti croato. Per lui solo 7 presenze (solo una da titolare, lunedì scorso con la Lazio), tanti problemi fisici e nessun gol o assist messo a referto. 

Mandzukic lascerà il Milan?

E ora i tifosi del Milan se lo chiedono: quale sarà il futuro di Mario Mandzukic? Ricordiamo che l’ex Juventus ha firmato un accordo fino a fine stagione da 1.8 milioni di euro più l’opzione in favore del Milan per la possibile conferma di un altro anno a San Siro. Ad oggi le condizioni sembrano non esserci, più che altro per la scarsa affidabilità dal punto di vista atletico palesata in questi mesi. Ma davanti a lui ci sono ancora 5 partite. Certo, col ritorno di Ibrahimovic gli spazi si riducono ulteriormente. Eppure se dovesse risultare decisivo in ottica qualificazione Champions, contro Benevento, Juventus, Torino, Cagliari e Atalanta, allora il discorso potrebbe prendere una direzione differente.

Starcasino VERIFICA
BONUS MULTIPLA FINO A 300%
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€
Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€