Rendimento Dybala: alla Juventus serve davvero il suo rientro?

Nell’altalenante stagione della Juventus c’è un mistero che vede coinvolto Paulo Dybala ed il suo rendimento.  

L’annata del numero 10 bianconero si è aperta in grande ritardo per via della lunghissima positività al COVID-19. Una volta risultato negativo ai tamponi di controllo, Dybala è rientrato in gruppo dovendo tuttavia mettere minuti sulle gambe prima di essere completamente arruolabile dal suo nuovo tecnico, ed ex compagno di squadra, Andrea Pirlo. Il debutto in campionato è arrivato addirittura a fine ottobre, precisamente il 25 del mese, nella sfida valida per la quinta giornata quando la Juventus ha ospitato tra le mura dello Stadium il Verona di Juric. Da allora Dybala ha totalizzato solamente 11 presenze in campionato, di cui solamente 10 valide ai fini del Fantacalcio, con risultati decisamente altalenanti, come vi avevamo raccontato qualche tempo fa.

Ora la “Joya” è nuovamente ferma ai box ed il suo rientro pare slittare di giorno in giorno tra consulti e lentissimi miglioramenti. Nel frattempo la stagione continua e la Juventus è costretta ancora a fare a meno di uno dei suoi giocatori dal talento più cristallino. Ma quanto pesa quest’assenza per la squadra di Pirlo?

Quali sono stati i risultati ottenuti dai bianconeri con Dybala in campo e quali senza il rendimento del numero 10? Andiamo a scoprirlo insieme.

Serie A 2020-21, la Juventus senza Dybala: i risultati

La stagione della Vecchia Signora è finora stata molto altalenante, con prestazioni e risultati inaspettati. La Juventus è scesa in campionato per 14 volte senza Dybala, con risultati non proprio inappuntabili: 8 vittorie, 3 pareggi ed altrettante sconfitte.

La media-punti della Juventus senza Dybala è di poco inferiore ai 2 punti per partita, per la precisione 1,93. Con questa proiezione, la classifica di fine campionato reciterebbe 73 punti, 10 in meno rispetto alla passata stagione per un piazzamento finale valido per agganciare l’ultimo posto utile per la qualificazione alla Champions League.

Parlando di numeri strettamente offensivi in queste 14 uscite senza Dybala la Juventus ha realizzato 24 reti, 1,71 di media a match.

Serie A 2020-21, la Juventus con Dybala

Visto il rendimento non eccezionale di Dybala, sarebbe lecito aspettarsi che la Juventus con lui in campo abbia ottenuto dei risultati ancor più deficitari. La sorpresa? Nulla di più sbagliato.

Nelle undici partite in cui Dybala è sceso in campo, anche solo per qualche minuto, la Juventus è rimasta addirittura imbattuta: 7 vittorie e 4 pareggi, per una media punti di 2,27 a partita, una proiezione di 86 punti finali, tre in più rispetto a quelli conquistati dalla Vecchia Signora nella passata stagione, quando si è confermata ancora una volta campione d’Italia.

E la proiezione offensiva? Senza Dybala – il cui apporto numerico, in termini squisitamente realizzativi, resta decisamente modesto, con solo due reti realizzate ed altrettanti assist forniti – il numero di gol messi a segno dalla Juventus è esattamente lo stesso delle partite giocate in sua presenza, con il particolare non irrilevante che queste ultime sono inferiori per numero. Tre in meno, per la precisione. 

Quando Dybala ha giocato la Juve ha realizzato 24 reti in 11 partite con una media di 2,18 per match.

Rendimento Dybala: capitolo Champions League

Allargare la nostra analisi in ambito europeo è relativamente facile. Fino a questo momento la Juventus è scesa in campo in Champions League per 7 volte (6 nel girone più la partita di andata contro il Porto), vincendone 5 e perdendone 2.

Nonostante i diversi infortuni, Dybala è stato schierato in Champions League per 5 volte, ottenendo 4 vittorie ed 1 sconfitta, quella allo Juventus Stadium dello scorso 28 ottobre.

Anche qui il rendimento di Dybala non può che essere ritenuto estremamente positivo, nonostante abbia segnato solamente una rete, peraltro superflua, nella roboante vittoria contro il Ferencváros.

Nonostante la difficilissima stagione personale e di squadra, l’importanza di Dybala all’interno del roster della Juventus sembrerebbe invece confermata dai numeri.

Con Dybala in campo, la squadra di Pirlo riesce ad ottenere risultati mediamente migliori rispetto alle partite disputate senza di lui.

In particolar modo, il reparto offensivo gioverebbe moltissimo di un suo ritorno, vista anche la sofferenza che c’è stata nelle ultime settimane anche a livello numerico per le contemporanee assenze sue e di Morata, situazione che ha costretto più volte Pirlo a schierare l’adattato Kulusevski nel ruolo di cavalier servente di Cristiano Ronaldo.

Snai VERIFICA
15€ BONUS FREE + BONUS FINO A 300€
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€
Sisal VERIFICA
BONUS BENVENUTO DA 350€