Roma, Totti: “Nel calcio pochi campioni, i social un problema”

Francesco Totti, ex attaccante della Roma, ha parlato nel corso di un’intervista concessa al Corriere della Sera. Questi i passaggi chiave dell’intervista a Totti che si è soffermato su diversi aspetti importanti.

Intervista a Totti sul ritiro

Ritiro? «Sapevo che prima o poi avrei dovuto smettere. Bisogna essere realisti. A 40 anni è pure difficile arrivare e continuare a giocare al livello giusto. Però nel mio caso sono stato costretto. Una soluzione si poteva trovare, insieme. Avrei voluto smettere in un altro momento. Avrei voluto essere io a prendere la decisione». 

Rimpianti? «Il calcio a Balotelli e lo sputo a Poulsen. Sono state le cose più brutte che potessi fare, cose non da me. Tuttora non riesco a capire come possa aver compiuto gesti simili». 

Intervista a Totti sul calcio moderno

Calcio di oggi? «Sono successe tante cose: prima l’arrivo dei social che ha fatto sbarellare e rendere più individualisti i giocatori, poi questa anomalia di un campionato col Covid e senza pubblico. Ma il problema è più di fondo, stanno sparendo i campioni. Ci sono meno campioni e più giocatori costruiti».

Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€
Snai VERIFICA
15€ BONUS FREE + BONUS FINO A 300€