Sampdoria, Bonazzoli carico: “Mangerò l’erba per rendere fiero mio nonno, morto di Covid”

Segni del destino e segni di un’esperienza difficile da lasciarsi alle spalle: per Federico Bonazzoli la ripresa dopo lo stop per l’emergenza Coronavirus, che gli ha portato via uno degli affetti più cari, ha un sapore particolare. “Sono cambiato, ora riesco ad interpretare meglio gli allenamenti e le partite, ogni esperienza mi è servita a crescere”, spiega l’attaccante blucerchiato ai canali ufficiali del club. “Ho sempre ritenuto la Sampdoria un punto di arrivo ma ora dovrà essere anche un punto di ripartenza. Le cinque sostituzioni saranno un vantaggio che mister Ranieri saprà sfruttare al meglio. Se giocherò 90, 60 o solo cinque minuti starà a me farmi trovare pronto e mangiare l’erba per non sprecare questa opportunità”.

Verso Inter-Sampdoria

La perdita del nonno e la ripartenza dall’Inter, che lo ha lanciato: “Il destino, lì sono cresciuto e ho tanti ricordi. Adesso ho voglia di ricominciare al meglio: che sia un nuovo inizio, in tutti i sensi. Il Coronavirus ha portato via mio nonno. Era il mio primo tifoso, ora sento il dovere di dare qualcosa in più ogni volta che scenderò in campo per renderlo orgoglioso di me. Anche se la situazione in questo momento sembra migliorata, non sottovalutiamo il virus e manteniamo alta l’attenzione perché in gioco c’è la vita di molte persone”.

Codere VERIFICA
OFFERTA BENVENUTO SPORT
PlanetWin B VERIFICA
BONUS DI BENVENUTO: 365€
GoldbetR VERIFICA
BONUS PER TE FINO A 160€