come diventare tipster

Come diventare tipster: tutti i segreti per guadagnare facendo vincere

Come diventare tipster trasformando una passione in un vero lavoro

Chiunque sia appassionato di calcio e scommesse dovrebbe sapere come diventare tipster. Si tratta di una figura professionale molto richiesta, in possesso di una serie di requisiti ben precisi e in grado di far vincere numerosi utenti. Ecco cosa bisogna fare per trasformare una passione in un vero e proprio lavoro, tramite una serie di dritte semplici da seguire. Diventare tipster può davvero garantire soddisfazioni sorprendenti e generare ulteriori entrate di sicuro affidamento.

Lavorare come tipster: di cosa si tratta

Il bet tipster è una figura molto richiesta nell’ambito delle scommesse e dei pronostici. Si tratta di una persona che informa gli scommettitori sull’esito finale di un match, oppure sul possibile vincitore di una competizione. Non può essere considerato né come un bookmaker, né come un semplice scommettitore, ma possiede una competenza specifica in determinate discipline sportive e non. Passione e conoscenza delle scommesse online sono due prerogative essenziali, insieme a impegno e perseveranza. La digitalizzazione dei giochi ha fatto in modo che questo profilo assumesse un’importanza davvero elevata.

Cosa fa un tipster di successo

La giornata lavorativa di un tipster di successo è molto interessante. Un esperto di sport di questo tipo distribuisce consigli agli utenti dei siti di scommesse in cambio di una somma di denaro, contribuendo in prima persona ai loro successi economici. Un tipster preparato garantisce pronostici precisi e si basa su un’analisi degli eventi curata nei minimi dettagli. Opera a cadenza quotidiana o settimanale e mette a disposizione dei giocatori la sua bravura.

Tuttavia, se un tipster non riesce a far vincere spesso i suoi seguaci, rischia di perderli in un arco di tempo molto rapidi. Si tratta di un lavoro a tutti gli effetti, non di un semplice hobby. Di conseguenza, diventare un tipster di alto livello richiede tanta costanza e competenza, oltre alla capacità di saper cogliere al volo determinate situazioni sportive e sfruttarle a proprio vantaggio.

come diventare tipster 2

Come diventare un tipster riconosciuto

Chi vuole scoprire i segreti per diventare un tipster di alto livello deve sapere che una mansione simile non può essere improvvisata. Una figura del genere acquisisce credibilità sul campo e studia per diverso tempo prima di raggiungere le proprie aspirazioni. Ci vogliono pazienza e costanza per ottenere risultati gratificanti, con una formazione consolidata. In linea di massima, chi si affida a un’apposita agenzia di consulenza o a una relativa accademia può avere un certo vantaggio e fornire i servizi giusti alla propria clientela.

Tali centri specializzati consentono ai futuri tipster di attivare una strategia di comunicazione efficace con il proprio bacino d’utenza. Ovviamente, bisogna crescere passo dopo passo e agire con una certa pazienza per valutare i propri progressi. Ciò che conta è saper fornire agli utenti suggerimenti adatti a ogni contesto, da mettere in atto in tempi molto rapidi. Dalla valutazione del margine di guadagno dei bookmaker all’utilizzo di una percentuale risibile sul capitale, passando per le condizioni di esclusione, ogni piccolo dettaglio può indirizzare il giocatore verso le scelte giuste da intraprendere.

Quali sono i punti di forza di un tipster di alto livello

A questo punto, non resta altro da fare che conoscere i punti di forza che la professione del tipster deve saper garantire alla propria clientela. Ciascun fattore può segnare una profonda differenza e fornire vincite sorprendenti a chiunque ne possa usufruire in maniera soddisfacente. Ecco quali sono le prerogative che deve possedere chi sceglie di diventare tipster, con la chance di seguire determinate regole in maniera fedele e ottenere il massimo da una mansione così prestigiosa.

Agire con la massima professionalità

Bisogna ricordare ancora una volta che per scoprire come diventare tipster non basta essere un mago dello sport. La professionalità è un elemento dal quale non si può prescindere e prevede la giusta organizzazione della propria giornata-tipo. A tal proposito, è consigliabile iniziare a operare in un ambiente fatto su misura per incrementare la concentrazione, puntando su una connessione a Internet ben funzionante e sull’uso di un hard disk esterno per conservare al meglio tutti gli studi effettuati.

La capacità di prevede guadagni a lungo termine

Per lavorare come tipster in maniera proficua, non bisogna credere di poter vincere in tempi immediati. È inutile puntare tutto sulla prima schedina, ma ci vuole tanta costanza per generare risultati produttivi. Una serie di sconfitte nelle fasi iniziali non rappresenta un problema insormontabile, così come non bisogna lasciarsi prendere dal desiderio irrefrenabile di rifarsi subito. Con calma, il meglio arriva. Dopo circa sei mesi di lavoro, è possibile tracciare un primo bilancio e verificare l’entità del proprio bankroll. In caso di guadagno soddisfacente, andare avanti è possibile.

La ricerca della massima concentrazione

Un buon tipster deve agire mantenendo sempre la massima concentrazione. Senza un elemento del genere, offrire risultati interessanti al pubblico diventa estremamente difficile. Quando ci si focalizza sulle scommesse online, tutto il mondo circostante deve restare fuori. Ansia e stress vanno rimossi alla radice, così come ogni forma di stanchezza o nervosismo. La mente deve essere sgombra da qualsiasi pensiero esterno. In caso contrario, fermarsi per un breve periodo di tempo non è assolutamente un problema.

Giocare poco, ma con una strategia ben definita

Per diventare un tipster apprezzato in maniera universale, non serve eccedere con le giocate. L’importante è avere ben chiara nella propria mente una strategia mirata a un successo duraturo, portandola avanti anche in caso di insuccessi iniziali. Il sistema giusto è quello di effettuare spese molto contenute, al di sotto del 5% del bankroll del quale si è in possesso, per un paio di eventi a cadenza quotidiana. Troppe schedine in un giorno solo possono condurre a sconfitte indecorose.

L’utilizzo di giocate singole ben studiate

Un tipster professionista deve essere pronto a proporre giocate singole, senza effettuare sistemi con troppe combinazioni da soddisfare. Tutto ciò perché le percentuali di vincita di una scommessa singola sono notevolmente superiori rispetto a quelle di una multipla. In tal caso, bisogna saper mettere a confronto le quote dei vari bookmaker e trovare la più indicata per massimizzare i profitti potenziali.

La dote di sapersi fermare al momento giusto

Infine, per lavorare come tipster in maniera soddisfacente, è necessario trovare i momenti giusti nei quali fermarsi, seppur in maniera temporanea. Quando uno scommettitore è in serie negativa, deve semplicemente stoppare la propria attività e riprendere non appena si sente pronto, dopo aver riflettuto anche per diversi giorni. In linea di massima, non bisogna mai andare al di sotto del 20% del proprio capitale iniziale. Quando si raggiunge il cosiddetto tilt, non si può fare altro che chiudere la propria attività, riordinare le idee e tornare a fornire i consigli giusti per vincite interessanti.

Come diventare tipster: grandi soddisfazioni con le dritte giuste

Nel complesso, diventare tipster non è assolutamente un gioco, ma può diventare una vera e propria professione con la quale guadagnare somme di denaro molto elevate. Come per qualsiasi altro lavoro, ci vogliono impegno, passione e tanto studio per conseguire le giuste soddisfazioni, sia per se stessi che per i propri clienti. Ed ecco che i risultati non tardano ad arrivare se ogni mossa viene effettuata nella maniera giusta.

Betfair VERIFICA
10€ AL DEPOSITO + €200 DI BENVENUTO
Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€
betaland VERIFICA
100% di BONUS fino a 100€