Tortu chiude l’anno in bellezza

Tortu chiude l’anno in bellezza con un tempo di 20”11 sui 200 metri

Dopo la medaglia d’oro a Tokyo 2020, Tortu chiude l’anno in bellezza con un tempo di 20”11 sui 200 metri e così si guadagna il secondo miglior tempo italiano di sempre. E pensare che la sua partecipazione al Kip Keino Classic di Nairobi rischiava di saltare per alcuni problemi intestinali.

Filippo Tortu non solo è riuscito a gareggiare, ma ha portato a casa un risultato straordinario, secondo solo alla prestazione di Pietro Mennea e il suo inarrivabile 19”72, conquistato nel 1979 a Città del Messico. Il 2021 è stato un anno d’oro per l’atletica leggera e Tortu ha dato il suo contributo.

Terzo posto all’ultima tappa Gold del Continentale Tour

L’atleta azzurro ha conquistato la terza posizione del podio nell’ultima tappa Gold del Continental Tour. Lo precedono solo lo statunitense Fred Kerley e il botswano Isaac Makwala. Tortu è riuscito a raggiungere questo risultato nonostante una gara non perfetta.

La partenza è stata controllata, mentre in curva l’atleta appariva solo in quinta posizione. A fare la differenza è stata la prestazione esplosiva nel rettilineo, dove ha guadagnato terreno su tutti gli altri avversari.

Il modo migliore di concludere una stagione lunghissima

Sono passati solo 43 giorni dalla prestazione nella staffetta a Tokyo che ha permesso a Tortu di guadagnare l’agognata medaglia d’oro. Nonostante il lasso di tempo così breve, l’atleta è riuscito a mantenere una grande continuità, anche senza concedersi un periodo di riposo, come invece sta facendo Jacobs, che ha annullato i suoi impegni del 2021.

Questo particolare è un chiaro segnale che il potenziale di crescita di Filippo Tortu è enorme e che in futuro dovremo abituarci a prestazioni di così alto livello. Il prossimo obiettivo in cantiere potrebbero essere i Mondiali di Eugene nel 2022.

Betclic VERIFICA
BONUS BENVENUTO FINO A 150€
PlanetWin B VERIFICA
BONUS DI BENVENUTO: 365€
Snai VERIFICA
15€ BONUS FREE + BONUS FINO A 300€