Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! torna in campo e punta

Berrettini torna in campo e punta Wimbledon: “Sto bene, ho tanta voglia”

L’ultima sua apparizione risale al 16 marzo scorso, quando venne sconfitto negli ottavi di finale di Indian Wells dal serbo Kecmanovic. Poi l’operazione alla mano che l’ha costretto a rinunciare all’intera stagione sulla terra rossa. Berrettini riparte quindi sull’erba, una superficie che gli ha regalato grandi successi ed emozioni: “Il mio tennis qui funziona e poi ho ricordi belli. La mia ultima partita giocata su questa superficie, ne parlavo con il mio team qualche giorno fa, è la finale di Wimbledon. Poi a Stoccarda le condizioni di gioco sono ancora più veloci”. La finale nel tempio del tennis, ma anche il trionfo al Queen’s, il torneo della Regina, a giugno dello scorso anno, battendo il britannico Cameron Norrie.

Resta da capire come reagirà la mano operata: “Ho tanta voglia di tornare, ma so che non sarà semplice – ha spiegato – perché l’infortunio è stato complicato da risolvere”. L’intervento ha infatti riguardato la mano dominante, che ha costretto il numero 10 al mondo a tenere il braccio destro a riposo per circa cinque settimane: “Ho perso un po’ di forza, a un certo punto il braccio destro era più piccolo del sinistro. Si sente che la sensibilità non è ancora al 100% ma sto bene”. Berrettini sa che per arrivare pronto a Wimbledon dovrà andare il più avanti possibile nei tornei di Stoccarda e del Queen’s, ma la cosa più difficile sarà ritrovare il ritmo partita dopo così tanto tempo di inattività.