Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! milan-roma sale lattesa cardinale in

Milan-Roma, sale l’attesa: Cardinale in ritiro, Furlani al pranzo Uefa con la Souloukou

PIOLI: “SERVIRA’ GRANDE ENERGIA E ATTENZIONE”
“Cercheremo di giocare con grande energia e qualità. Sono solo i primi 90 minuti ma è una partita che può darci grandi indicazioni”. Così il tecnico del Milan Stefano Pioli a Sky Sport a pochi minuti dall’inizio della sfida con la Roma. “Quando abbiamo la palla dobbiamo provare a metterli in difficoltà e abbiamo le qualità individuali per farlo. Poi ci vorrà una partita di attenzione e lucidità, soprattutto di superare i momenti difficili che arriveranno sicuramente. Dobbiamo provare a essere la migliore versione di noi stessi e gli avversari sono di grande qualità”.

LE FORMAZIONI UFFICIALI
Milan (4-2-3-1):
Maignan; Calabria, Thiaw, Gabbia, Theo Hernandez; Bennacer, Reijnders; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao; Giroud. All.: Pioli.
Roma (4-3-3): Svilar; Celik, Mancini, Smalling, Spinazzola; Paredes, Cristante, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy. All.: De Rossi.

FURLANI: “CARDINALE CI TIENE MOLTO, SU PIOLI…” – Giunto nei pressi del Duomo per prendere parte al pranzo Uefa, l’ad rossonero si è parlato ai microfoni dei colleghi: “Sono sempre emozionato quando giochiamo in Europa – le parole di Furlani -. Cardinale tiene tanto alla squadra, quando ce la fa viene allo stadio. La vicinanza di Ibra è sempre importante, così come le partite ad aprile. Il futuro di Pioli? Fate sempre le stesse domande…”.

PRANZO UEFA IN PIENO CENTRO A MILANO – I dirigenti di Roma e Milan si stanno incontrando adesso per il consueto pranzo Uefa prima dell’appuntamento allo stadio. Il pranzo è in corso nel ristorante di Cracco a pochi passi dal Duomo. A rappresentare i rossoneri c’è l’ad Giorgio Furlani, non il patron Gerry Cardinale. Per i giallorossi presente l’ad Lina Souloukou.

ROMA, ATTESA IN HOTEL – Arrivata nel tardo pomeriggio di mercoledì in città, la Roma ha svolto stamane il risveglio muscolare nell’hotel che sta ospitando la squadra. Ultimi preparativi per De Rossi in compagnia dei propri collaboratori, specialmente con il suo fido Guillermo Giacomazzi, ex centrocampista del Lecce.

PULISIC E MUSAH INCONTRANO AMBASCIATORE E CONSOLE USA – A proposito di G7: per l’occasione sono giunti a Milano pure l’ambasciatore americano Jack Markell e il console Usa Douglass Benning. Questi ultimi hanno incontrato Gerry Cardinale (e Furlani) oltre a due calciatori rossoneri, ossia Chris Pulisic e Yunus Musah. Markell e Benning assisteranno anche dal vivo al match in quel di San Siro.

MILAN E ROMA, OCCHIO AI DIFFIDATI – Sono ben sette i calciatori che potrebbero saltare il ritorno in caso di giallo stasera a San Siro: Maignan, Musah, Leao, Calabria, Cristante, Paredes, Spinazzola.

MILANO BLINDATA: NON SOLO LA PARTITA – Alle 21 si accenderanno i riflettori su San Siro dove l’attenzione alla sicurezza sarà massima. Da alcune ore la metro non sarà chiusa alla stazione Duomo su disposizione delle autorità di pubblica sicurezza. Il capoluogo lombardo infatti, è la sede della riunione dei ministri del G7 Trasporti, presieduta dall’Italia, che si terrà da oggi nel Palazzo Reale del capoluogo lombardo.

LE PROBABILI FORMAZIONI – Un solo ballottaggio per Pioli: Thiaw in vantaggio su Kjaer per affiancare Gabbia. Davanti invece il Milan presenta Loftus-Cheek dietro Giroud con Chukwueze che torna in panchina. Saranno invece Dybala ed El Shaarawy a supportare Lukaku per i giallorossi (QUI TUTTE LE ULTIME AGGIORNATE).

CARDINALE IN RITIRO CON LA SQUADRA – Giunto a Milano nella serata di Milano, Gerry Cardinale non vuole perdersi nemmeno un minuto di Milan-Roma, nemmeno l’avvicinamento. E così il numero uno di RedBird è in ritiro con la squadra in un hotel nei pressi di San Siro.

ROMA, UN TREND DA RIBALTARE – Con De Rossi in panchina, i giallorossi vogliono rompere un lungo tabù. Da ben sette anni infatti, la Roma non vince a San Siro. Nell’ultimo appuntamento c’era Mourinho a guidare la squadra: sconfitta per 3-1.

IL MILAN SPERA NEI PRECEDENTI. MA CON L’INTER… – L’euro-derby è un terreno fertilissimo per i rossoneri. La tradizione nelle sfide italiane in campo europeo sorride ai rossoneri, sempre vincenti. Basta pensare ai quarti di Champions di un anno fa col Napoli, oppure alla finale del 2003 a Manchester al cospetto della Juventus. I tre precedenti con l’Inter dividono: due passaggi di turno ma pure una grande delusione. L’ultima lo scorso maggio con Calabria e compagni eliminati in semifinale con due netti ko tra andata e ritorno.