Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! super rodrygo il real madrid

Super Rodrygo, il Real Madrid stende il Bilbao. Girona ok col Betis allo scadere

REAL MADRID-ATHLETIC BILBAO 2-0

Senza Vinicius ci pensa Rodrygo, il Real Madrid vince 2-0 contro l’Athletic Bilbao al Bernabeu. Gli ospiti cercano subito di mettere in campo una forte pressione, ma dopo soli otto minuti di gioco i Blancos sono già avanti 1-0: discesa sulla sinistra di Rodrygo, che si accentra a gran velocità e fa partire un destro secco col contagiri. Dopo la rete incassata i baschi faticano a reagire, con il Real che cerca invece di abbassare un po’ il ritmo partita. Verso la fine del primo tempo le Merengues sfiorano il raddoppio, ma Agirrezabala riesce ad evitare il secondo gol in tuffo sulla botta di Valverde. La prima frazione di gioco termina dunque con la squadra di Ancelotti avanti di una rete. Dopo l’intervallo la squadra della capitale flirta ancora con il 2-0: questa volta tocca all’ex Milan Brahim Diaz, che al 50′ colpisce un palo da ottima posizione con il suo diagonale destro. Lunin due minuti più tardi salva sulla prima vera chance del Bilbao, respingendo il destro al volo di Inaki Williams sottomisura. Al 73′ il Real mette in cassaforte la partita: contropiede perfetto avviato da Bellingham e chiuso ancora una volta da un super Rodrygo, che mette a sedere il difensore e insacca sul primo palo. Nel finale c’è spazio solamente per qualche scintilla tra Muniain e Rudiger (e per il ritorno di campo di Eder Militao dopo il lungo infortunio), ma l’incontro tramonta con la vittoria dei Blancos. Successo per 2-0 per il Real Madrid, che torna a +8 sul Barcellona volando a quota 75 punti, in testa alla classifica. Rimane fermo a 55 punti l’Athletic Bilbao, quarto e momentaneamente ancora appaiato con l’Atletico Madrid.

GIRONA-BETIS SIVIGLIA 3-2

Successo allo scadere e al cardiopalma per il Girona, che batte il Betis Siviglia 3-2. I padroni di casa provano ad imporre il proprio ritmo in avvio, ma i biancoverdi sono ben organizzati e l’incontro fatica a decollare. Poco dopo la mezzora ecco l’episodio che stappa la partita: calcio di rigore assegnato al Girona dopo controllo al Var, con Dovbyk che non sbaglia e infila l’1-0 di sinistra dagli undici metri. Il Betis sembra accusare il colpo, ma in chiusura di primo tempo trova un fortunatissimo pareggio: al 49′ follia di David Lopez, che davanti alla sua area regala palla a Willian José, il quale firma l’1-1 con Gazzaniga abbondantemente fuori dai pali. Nel secondo tempo la formazione allenata da Michel torna a premere, e poco dopo l’ora di gioco riesce a costruire il 2-1. Dovbyk finalizza di sinistro un’azione splendida e tutta di prima al 65′, facendo registrare anche la sua doppietta personale. Passano undici minuti e si ripete esattamente il copione del primo tempo: dopo la rete dell’attaccante ucraino gli andalusi approfittano di un altro grave errore di David Lopez, che non intercetta un cross piuttosto semplice e permette a Willian José di segnare il 2-2 (doppietta anche per il brasiliano). Quando tutto lascia pensare al pareggio, la squadra di casa riesce incredibilmente a vincerla in pieno recupero: ci pensa l’eterno Stuani, al 92′, a mettere il sigillo sulla vittoria dei suoi, con Rui Silva che salva clamorosamente sulla prima zampata ma non può nulla sul tap-in. Vince il Girona 3-2, sale a 65 punti e torna a -2 dal Barcellona secondo. Fermo a quota 42 il Betis, momentaneamente in settima posizione.

ALAVES-REAL SOCIEDAD 0-1

Tre punti importanti per la Real Sociedad, corsara per 1-0 in casa dell’Alaves nel derby basco. La squadra di Imanol inizia subito gestendo il possesso del pallone, ma la manovra degli ospiti non è troppo efficace. Dopo la mezzora anche i padroni di casa provano a farsi vedere in avanti, sfruttando soprattutto le ripartenze. Al 36′ gli uomini di Luis Garcia sfiorano il vantaggio, con il sinistro di Rioja che si stampa sul palo alla sinistra di Remiro. La prima frazione di gioco tramonta senza ulteriori sussulti, sul punteggio di 0-0. Al rientro in campo dopo l’intervallo la Sociedad aumenta i giri del motore, sfruttando soprattutto la velocità di Sheraldo Becker (entrato nel primo tempo al posto di Kubo, out per infortunio). L’ex attaccante dell’Union Berlino è infatti fondamentale a pochi istanti dall’ora di gioco, quando conquista un corner decisivo al 59′: sugli sviluppi dell’angolo infatti arriva il tuffo vincente di Pacheco, che impatta di testa sul primo palo e firma l’1-0. Nella mezzora conclusiva i padroni di casa provano a reagire per riportare l’incontro in equilibrio, ma la formazione allenata da Imanol riesce a portare a casa i tre punti senza soffrire eccessivamente. Vince 1-0 la Real Sociedad e sale a 49 punti in classifica, consolidando il sesto posto e avvicinandosi all’Atletico Madrid (impegnato domani). Resta invece bloccato a quota 32 punti l’Alaves, in tredicesima posizione.

CELTA VIGO-RAYO VALLECANO 0-0

Pari e rimpianti per il Celta Vigo, che in casa contro il Rayo Vallecano non va oltre lo 0-0. Ritmo piuttosto spezzettato in avvio, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere in mano prepotentemente il pallino del gioco. Con il passare dei minuti i padroni di casa spostano l’inerzia dalla loro parte, chiudendo il primo tempo in avanti. Al 37′ arriva l’occasionissima per il Celta, ma il colpo di testa su corner di Larsen colpisce solamente il palo: il primo tempo si chiude in parità, sul punteggio di 0-0. Nelle prime fasi della ripresa provano a farsi vedere in avanti anche gli ospiti, cercando soprattutto gli spunti di Isi Palazon. L’incontro rimane bloccato e in equilibrio, ma nel quarto d’ora finale gli uomini di Giraldez tornano a premere. A tempo ormai scaduto l’ex squadra di Rafa Benitez sfiora il colpaccio, ma la botta di sinistro da fuori area dell’ex Roma Carles Perez al 96′ scheggia solamente la traversa. Finisce 0-0, con due legni e tanti rimpianti per il Celta Vigo, che sale a 28 punti e non riesce nel sorpasso proprio al Rayo Vallecano, sedicesimo a quota 30.