Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! il piano figc salva calcio

Il piano Figc salva calcio: meno squadre, modello FA Cup e gli stadi

Qualcosa verrebbe toccato anche nelle prime due leghe visto che in Serie A le retrocessioni passerebbero da tre a due con conseguente riduzione della quota paracadute (quella garantita ai club retrocessi) da 60 a 30 milioni di euro. Non solo campionati: le idee si estendono alla Coppa Italia che potrebbe ispirarsi alla FA Cup inglese e prevederebbe la partecipazione di tutte le squadre, dalla Serie A alla Serie C, senza vantaggi per le più titolate e match in gara secca.

Non solo modifiche a livello sportivo, la proposta (sulla quale gran parte della Serie A sarebbe sfavorevole) della Figc studiata con Deloitte infatti pensa anche a una stretta economica-finanziaria su conti dei club. Innanzitutto i controlli Covisoc sui bilanci aumenterebbero passando dall’attuale unico check annuale a due o più; inoltre ai fini dell’iscrizione ai campionati si valuterebbero altri parametri come la positività del patrimonio netto.

Si cercherebbe anche un’ulteriore valorizzazione dei vivai con il passaggio da 4 a 6 elementi in rosa di calciatori provenienti dal vivaio e una sorta di Decreto Crescita italiano defiscalizzando i contratti per i calciatori cresciuti nelle giovanili. Infine, viene chiesto un aiuto al Governo per cercare nuovi modi di valorizzare i diritti tv, l’abolizione di pubblicità di agenzie delle scommesse e soprattutto una cabina di regia per sbloccare il dossier per la costruzione dei nuovi stadi.