Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! pulisic-giroud-leao pioli ingrana la quinta

Pulisic-Giroud-Leao, Pioli ingrana la quinta! Tris del Milan al Lecce

LA PARTITA
Il Milan non si è sciolto al primo caldo di San Siro e, anzi, contro il Lecce ha alzato la velocità. I rossoneri hanno portato a casa un 3-0 contro i salentini con un primo tempo disputato ad alto ritmo che ha permesso, complice anche l’espulsione di Krstovic prima dell’intervallo, di gestire forze fisiche, mentali e nervose nella ripresa in vista dell’impegno in Europa League contro la Roma. Per la prima volta in stagione Pioli ha potuto festeggiare la quinta vittoria consecutiva consolidando il secondo posto alle spalle dell’Inter e avvicinando – ora è solo questione di attendere la matematica – la qualificazione alla prossima Champions League.

La sfida il Milan l’ha vinta con la qualità tecnica, ma soprattutto con l’atteggiamento del primo tempo che ha unito la capacità di palleggio alla mancanza di punti di riferimento dati agli avversari, sfruttando poi il momento di forma smagliante del sorprendente Chukwueze sulla fascia destra. L’esterno nigeriano fin dalle prime battute si è messo in luce per la voglia di puntare l’avversario, ma soprattutto per la capacità di farlo, aprendo la cassaforte del Lecce già al sesto minuto con uno slalom che ha liberato Pulisic al tiro dal limite dell’area: pallone potente in buca d’angolo per l’1-0 e decimo gol in campionato, una novità per “Capitan America” in carriera. Sopra di un gol il Milan non ha alzato il piede dall’acceleratore, anzi, sfiorando il raddoppio ancora con Pulisic di testa un minuto più tardi e con Leao dopo una serpentina da centrocampo di Chukwueze, mai così pimpante in rossonero. Il 2-0 è arrivato puntuale al 20′, ma dalla inattiva con Giroud abile ad anticipare Blin per il 13° gol stagionale in campionato. Col doppio vantaggio il Milan ha abbassato un po’ il giro del motore lasciando il controllo del gioco al Lecce, pericoloso e sfortunato con la traversa di Gonzalez al 29′, ma a mettere in ghiaccio la partita ci ha pensato Krstovic con un’entrata pericolosa che ha portato al cartellino rosso prima dell’intervallo.

Sopra di due gol e in superiorità numerica, Pioli ha innescato la velocità di crociera nella ripresa per il suo Milan con l’obiettivo di evitare il fuorigiri del motore e risparmiare energie nei giocatori chiave senza rischiare. Missione compiuta con qualche polemica da parte del Lecce in occasione anche del terzo gol rossonero, firmato da Leao in ripartenza su assist di Adli ma con Almqvist a terra in area di rigore milanista dopo un contrasto fortuito sulla testa con Hernandez. Lo stesso francese ha colpito la traversa al 64′ con un bolide mancino e anche Jovic ha sfiorato il poker nel finale che avrebbe cambiato poco a conti fatti, se non per le statistiche.

LE PAGELLE

Pulisic 7 – Torna sulla trequarti alle spalle della punta centrale e impiega solo sei minuti a sbloccare il match con un sinistro potente e preciso che vale la prima doppia cifra di gol in campionato in carriera. Non solo, con strappi in velocità ribalta spesso l’azione unendo quantità a qualità.

Chukwueze 7 – Pioli ha confermato che il nigeriano è in un grande momento di forma e l’ex Villarreal lo ha confermato con venti minuti che hanno esaltato San Siro tra assist per Pulisic e slalom giganti.

Leao 7 – Nel Milan che corre a mille nella prima parte di gara, lui continua a navigare al suo ritmo sulla destra sgravato dal compito di inventare per l’intraprendenza di Chukwueze e Pulisic dall’altro lato. Nella ripresa trova il secondo gol consecutivo sfruttando gli spazi in profondità e nel finale fa divertire il pubblico a suon di colpi di tacco.

Giroud 6,5 – Infila il gol numero 13, ma soprattutto interrompe il digiuno. Lo fa con astuzia sugli sviluppi di corner. Esce per risparmiare energie in vista dell’Europa.

Adli 6,5 – In mezzo al campo è compassato, meno elettrico del solito pur toccando un gran numero di palloni. Si perde Gonzalez nell’occasione più grossa dei giallorossi, prima e dopo però mette a referto due assist.

Krstovic 5 – Fa reparto da solo per tutto il primo tempo e con i suoi movimenti apre spazi agli inserimenti dei centrocampisti. Impegna Maignan con un bel rasoterra dal limite dopo essersi smarcato, poi però commette una ingenuità entrando in maniera pericolosa su Chukwueze in attacco e prendendosi un cartellino rosso evitabile, rovinando tutto e complicando anche la prossima sfida dei giallorossi.

IL TABELLINO

MILAN-LECCE 3-0
Milan (4-2-3-1)
: Maignan 6,5; Calabria 6, Gabbia 6 (16′ st Kjaer 6), Tomori 6,5, Hernandez 6,5 (38′ st Terracciano sv); Adli 6,5, Reijnders 6 (32′ st Bennacer sv); Chukwueze 7, Pulisic 7 (16′ st Musah 6), Leao 7; Giroud 6,5 (16′ st Jovic 6). A disp.: Sportiello, Nava, Florenzi, Simic, Bartesaghi, Zeroli, Okafor. All.: Pioli 7.
Lecce (4-3-3): Falcone 6; Venuti 5,5 (24′ st Gendrey 6), Pongracic 5, Baschirotto 5, Gallo 5; Blin 5 (32′ st Berisha sv), Ramadani 6, Gonzalez 6 (1′ st Piccoli 5,5); Banda 5,5 (1′ st Almqvist 5,5), Krstovic 5, Dorgu 5,5 (40′ st Pierotti sv). A disp.: Brancolini, Samooja, Touba, Rafia, Oudin, Berisha, Sansone. All.: Gotti 5.
Arbitro: Massimi
Marcatori: 6′ Pulisic, 20′ Giroud, 12′ st Leao
Ammoniti: Chukwueze (M); Blin (L)
Espulsi: 45′ Krstovic (L) per gioco violento

LE STATISTICHE DI OPTA

• Con la rete contro il Lecce, Christian Pulisic (10 in 29 match) ha stabilito la sua migliore stagione realizzativa nei Big-5 campionati europei – superate le nove messe a segno con la maglia del Chelsea nel 2019/20.
• Christian Pulisic è diventato oggi il migliore marcatore statunitense nella storia della Serie A (10) – superato Weston McKennie (fermo a nove).
• Il Milan ha vinto sette gare di fila tra tutte le competizioni per la prima volta dal periodo tra l’aprile e il settembre 2006 (nove in quel caso con Carlo Ancelotti in panchina).
• A partire dal XXI secolo, il Milan è una delle tre formazioni contro cui il Lecce ha perso il maggior numero di trasferte in Serie A (10, come vs Roma e Inter).
• Dal suo esordio in campionato (21 settembre 2019), Théo Hernández è il difensore che ha colpito il maggior numero di legni in Serie A (nove).
• Rafael Leão è il giocatore di Serie A che nel 2024 ha preso parte a più gol tra tutte le competizioni: 14 in 18 partite (otto reti e sei assist).
• Da inizio marzo, il Milan è l’unica squadra a punteggio pieno in Serie A: 15 punti in cinque partite per i rossoneri.
• A partire dalla 17ª giornata (22 dicembre 2023), il Lecce è una delle due formazioni ad avere perso più trasferte in Serie A (sette, come il Sassuolo); in aggiunta, i salentini sono la formazione che ha realizzato meno reti fuori casa nel periodo in campionato (appena tre).
• Il Lecce è la formazione contro cui Rafael Leão ha realizzato più gol in Serie A (cinque).
• A partire dalla scorsa stagione di Serie A (2022/23), Olivier Giroud è il giocatore che ha realizzato il maggior numero di reti di testa in campionato (11, a 10 Victor Osimhen).
• Nelle ultime cinque stagioni (dal 2019/20), solo Dominik Szoboszlai (18 – ottobre 2000), Michael Olise (19 – dicembre 2001), Florian Wirtz (31 – maggio 2003) e Jude Bellingham (19 – giugno 2003) sono più giovani di Yacine Adli tra i centrocampisti con almeno 15 assist nei Big-5 campionati europei (17 – luglio 2000).
• Solo l’Inter (10) ha realizzato più reti rispetto al Milan nei primi 15′ di gioco nella Serie A 2023/24 (otto, come il Sassuolo).
• Solo il Milan (sei) ha ricevuto più cartellini rossi rispetto al Lecce nella Serie A 2023/24 (cinque, tre dei quali diretti).