Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! triplo dia ma non basta

Triplo Dia, ma non basta alla Salernitana | Incubo Samp: ko anche contro il Toro

SALERNITANA-FIORENTINA 3-3

LA PARTITA
Uno strepitoso Boulaye Dia, che firma una tripletta, non basta alla Salernitana per sconfiggere la Fiorentina: i viola reagiscono tre volte e arriva un 3-3 che non aiuta nessuna delle due squadre. L’avvio è a favore dei padroni di casa, che pressano con grande costanza e riescono a passare subito in vantaggio: Dia supera Igor, calcia sul primo palo e non lascia scampo a Terracciano, è 1-0 al 10′. La Salernitana perde Gyömbér e, col passare dei minuti, la Fiorentina prende coraggio e inizia a controllare la sfida col possesso palla. I viola sprecano con Nico González, che non sfrutta un regalo di Ochoa, ma al 35′ si riscatta incornando il perfetto cross di Dodô per il pareggio. Nel finale i toscani si mostrano molto nervosi e si va al riposo sull’1-1, che dura solo una decina di minuti. Il merito è ancora di Boulaye Dia, che strappa da centrocampo e si invola in solitaria verso la porta, annichilendo Igor (e Biraghi) e battendo Terracciano per la sua doppietta. Non è ancora finita per la Fiorentina, che pareggia al 70′: gran palla di Bonaventura, Ikoné mette a sedere Ochoa e trova il 2-2. Il portiere messicano si riscatta cinque minuti più tardi, blindando la sua porta sulla conclusione di Jovic, e le emozioni non sono finite. La Salernitana trova il tris al 79′, col rigore trasformato da Boulaye Dia dopo il fallo di Terracciano su Mazzocchi, travolto dal portiere. Sale così a 15 gol e 6 assist il bottino dell’ex Villarreal, destinato al salto in una big nell’estate che verrà. I viola però reagiscono cinque minuti più tardi con la punizione di Biraghi, unico lampo dell’ex Inter in una partita difficilissima. Un lampo che vale il 3-3 e il pareggio all’Arechi. La Fiorentina sale a 46 punti e la Salernitana a quota 35, +8 sullo Spezia terzultimo.

LE PAGELLE
Dia 8 – In-Dia-volato. Non si può descrivere in un altro modo il senegalese, che si conferma anche a livello numerico tra i migliori attaccanti della Serie A, arrivando a 15 gol e 6 assist. La sua tripletta, ahilui, non regala la vittoria alla Salernitana. Ma queste prestazioni valgono il titolo di senegalese più prolifico in Serie A, superando Koulibaly (13). E le attenzioni delle big: Napoli e Atalanta sarebbero sulle sue tracce.
Pirola 6.5 – L’Inter si frega le mani alla vista delle prestazioni del suo difensore, in prestito (con diritto di riscatto) a Salerno. Domina sugli attaccanti viola, annullando Cabral e resistendo a Jovic. Una prestazione da ricordare.
Arthur Cabral 5.5 – La Salernitana lo ingabbia alla perfezione, rendendolo inoffensivo. Il brasiliano ci prova e si sbatte, ma viene respinto dal muro granata e si innervosisce, facendosi ammonire. Una serata no che viene interrotta dalla sostituzione.
Igor 5 – Gara da dimenticare per il difensore brasiliano, travolto dall’uragano Dia. Il senegalese lo domina sia nell’azione del vantaggio, che in quella del raddoppio. C’è tanto del suo nelle prime due reti dell’ex Villarreal, anche se Biraghi sta ugualmente a guardare. Viene sostituito per interrompere una prestazione-horror.

Eurobet
30 FREE SPIN ALLA REGISTRAZIONE 15€ SUBITO AL DEPOSITO + BONUS FINO A 300€
Vincitu
WELCOME BONUS SPORT 250€ VINCITU
Betclic
BONUS BENVENUTO SULLE RICARICHE FINO A 350€
Pokerstars
BONUS DI BENVENUTO FINO A €100
PlanetWin
BONUS SPORT BENVENUTO FINO A 500 EURO

IL TABELLINO
SALERNITANA (3-5-2)
– Ochoa 6; Lovato 6, Gyömbér sv (16′ Daniliuc 5.5), Pirola 6.5; Mazzocchi 6.5 (47′ st Sambia sv), Coulibaly 6.5, Bohinen 6 (15′ st Vilhena 6), Maggiore 5.5 (15′ st Kastanos 6), Bradaric 6; Botheim 6, Dia 8. All. Paulo Sousa. A disposizione: Fiorillo, Sepe, Bronn, Bonazzoli, Troost-Ekong, Iervolino, Nicolussi Caviglia, Piątek.
FIORENTINA (4-2-3-1) – Terracciano 5; Dodô 6.5, Martinez Quarta 5.5, Igor 5 (20′ st Ranieri 5.5), Biraghi 5.5; Mandragora 6 (20′ st Duncan 6), Castrovilli 5.5 (15′ st Bonaventura 6); Ikoné 6.5, Barák 5.5, González 6; Arthur Cabral 5.5 (20′ st Jovic 6). All. Italiano. A disposizione: Cerofolini, Vannucchi, Milenkovic, Saponara, Terzic, Sottil, Bianco, Kayode, Brekalo.
Arbitro: Pezzuto.
Marcatori: 10′ Dia (S), 35′ González (F), 14′ st Dia (S), 25′ st Ikoné (F), 35′ st Dia (S) rig, 39′ st Biraghi (F).
Ammoniti: Mandragora (F), Castrovilli (F), Arthur Cabral (F), Daniliuc (S), Botheim (S), Martinez Quarta (F).

LE STATISTICHE
– Boulaye Dia è diventato il sesto giocatore africano a segnare almeno 15 reti in un singolo campionato di Serie A (dopo Samuel Eto’o, Keita Baldé, Mohamed Salah, Simy e Victor Osimhen), ma il primo tra questi a riuscirci nella sua stagione d’esordio assoluto nel torneo.
– Grazie a questa tripletta, Boulaye Dia (15) è diventato il quarto miglior marcatore senegalese in Serie A dopo Mbaye Niang (17), Khouma Babacar (39) e Keita Balde (41).
– Fiorentina e Salernitana hanno pareggiato una gara di Serie A solo per la seconda volta dopo averlo fatto nel febbraio 1999 (1-1 in quel caso).
– La Salernitana ha pareggiato otto delle ultime nove gare di Serie A (1V): da inizio marzo, è la squadra che ha collezionato più pareggi nei maggiori cinque campionati europei (otto, almeno tre più di qualsiasi altra squadra.
– La Salernitana è rimasta imbattuta per cinque gare interne di fila nella competizione per la prima volta dal periodo tra febbraio-maggio 1999 (sei in quel caso).
– La Fiorentina ha segnato otto gol nelle ultime due gare di Serie A, tanti quanti nelle precedenti sei gare di campionato.
– La Fiorentina ha pareggiato una gara esterna in Serie A per la prima volta da gennaio 2023 (1-1 contro la Lazio all’Olimpico).
– 15 gol in Serie A per Boulaye Dia: l’attaccante è diventato il miglior marcatore della Salernitana in Serie A superando Marco Di Vaio e Federico Bonazzoli a quota 12 reti.
– Boulaye Dia è diventato solo il secondo giocatore della Salernitana a segnare una tripletta in Serie A dopo Marco Di Vaio (due contro Bologna e Empoli nel 1998/99).
– Boulaye Dia ha realizzato la sua prima marcatura multipla in Serie A, la prima in un match dei maggiori cinque campionati europei dal 21 dicembre 2021 (in quel caso con la maglia del Villarreal contro l’Alaves ne LaLiga).
– Terzo gol per Jonathan Ikonè in questo campionato, il primo nel 2023: il giocatore viola non segnava in Serie A da 193 giorni (Fiorentina-Inter del 22 ottobre 2022).
– Boulaye Dia è il giocatore che ha realizzato più gol tra gli esordienti in questa stagione di Serie A (14).
– Tutti e tre gli assist in questo campionato di Domagoj Bradaric sono stati per un gol di Boulaye Dia.
– Nelle ultime due stagioni di Serie A, Cristiano Biraghi è il giocatore che ha realizzato più gol su calcio di punizione diretta nella competizione (cinque, almeno due più di qualsiasi altro giocatore).
– Da inizio marzo, Boulaye Dia è il giocatore che ha realizzato più gol in Serie A (sette).
– Da inizio marzo, solamente Tommaso Augello e Carlos Augusto (entrambi quattro) hanno preso parte a più reti di Dodo in questa Serie A (tre, un gol e due assist).
– 12° gol in Serie A per Nicolás González: il primo realizzato di testa dall’attaccante viola nella competizione. In generale, l’argentino non segnava con questo fondamentale in un match dei maggiori cinque campionati europei dal 16 gennaio 2021 (Stoccarda-Borussia Monchengladbach 2-2 in Bundesliga).
– Da inizio gennaio, solamente Arthur Cabral (11) ha segnato più gol di Nicolas Gonzalez tra i giocatori della Fiorentina contando tutte le competizioni 2022/23 (sei).
– Solamente Udinese (11) e Salernitana (nove) hanno incassato più gol della Fiorentina nei primi 15 minuti di gioco del primo tempo in questo campionato (otto).
– 100ª presenza per Igor in Serie A (17 con la SPAL e 83 con la Fiorentina).

__________________________________________________________________________

SAMPDORIA-TORINO 0-2

LA PARTITA
Non trova pace la Sampdoria, sempre più ultima in Serie A dopo l’ennesimo ko, col Torino che vince agevolmente 2-0 a Genova. L’avvio è carico d’emozioni a Marassi. Squadra, tifosi e staff si uniscono nel coro “Giù le mani dalla Sampdoria”, che ben rappresenta i timori di un fallimento del club e di una ripartenza lontano dalla Serie B. Questa scena carica i blucerchiati, che in un primo tempo dalla partenza diesel mostrano grande verve in avvio. Successivamente prende però campo il Torino, che inizia ad aggredire e dominare. L’assalto granata porta i suoi frutti al 32′, quando su azione da corner Ilic pesca Buongiorno, bravo a insaccare di testa con un inserimento sul primo palo. Ravaglia evita il raddoppio di Vlasic e Sanabria, scatenati nel finale, e si va al riposo sull’1-0 granata. Nella ripresa i ritmi si abbassano, il Toro controlla e Stankovic concede spazio ai giovani Paoletti e Malagrida, gioielli della Primavera. Il primo sussulto arriva al 79′, quando Miranchuk calcia a lato di poco con un bel tiro a giro. Nel recupero, invece, ecco il lancio di Vojvoda per lo scatto di Pellegri, che beffa un disattento Ravaglia per il 2-0. L’esultanza dell’attaccante, ex Genoa, causa una mini-rissa e l’espulsione di Amione dalla panchina. Finisce 2-0 a Marassi, col Toro che sale a quota 45 e la Samp sempre ultima con 17 punti.

CheScommessa
BONUS BENVENUTO DEL 100% FINO A 100 EURO
GoldbetR
BONUS BENVENUTO FINO A 500€ + 5€ DI BONUS VIRTUAL!
Eurobet
30 FREE SPIN ALLA REGISTRAZIONE 15€ SUBITO AL DEPOSITO + BONUS FINO A 300€
Lottomatica
BONUS BENVENUTO BETTER 755 EURO
betaland
100% DI BONUS FINO A 100€

LE PAGELLE
Ravaglia 5.5 – Nel primo tempo è l’unico davvero positivo di una Sampdoria sfiduciata e incapace di reagire alle tante difficoltà in campo e fuori. Evita un passivo più ampio, con tre interventi decisivi, ma sbaglia tutto nell’azione del 2-0.
Cuisance 5.5 – Tanto fumo e poco arrosto per il francese. Dovrebbe raccordare il centrocampo e l’attacco, invece non riesce a trovare mai spazio. Non sembra ancora pronto per questi livelli, ed è tra i protagonisti (in negativo) nell’azione dell’1-0 granata.
Ilic 6.5 – Inizia a riemergere con continuità il giocatore ammirato nel Verona di Juric, che l’ha voluto fortemente nella sua esperienza al Torino. La palla del serbo per il gol di Buongiorno è divina, comanda il centrocampo e il gioco a Marassi.
Sanabria 6.5 – Non era al meglio, ma disputa una grande partita. Movimenti perfetti, duelli vinti coi tre centrali della Sampdoria e un’unica pecca. Non trova il gol, venendo murato in due occasioni da Ravaglia.

IL TABELLINO
SAMPDORIA (3-4-1-2) – Ravaglia 5.5; Oikonomou 5.5 (1′ st Günter 5.5), Nuytinck 5, Amione 5 (40′ st Murillo 5.5); Zanoli 5.5, Winks 5.5 (40′ st Ilkhan sv), Rincón 5 (31′ st Paoletti 6), Augello 6; Cuisance 5.5 (31′ st Malagrida 6); Gabbiadini 5.5, Lammers 5.5. All. Stankovic. A disposizione: Turk, Tantalocchi, Quagliarella, Murru.
TORINO (3-4-2-1) – Milinkovic-Savic 6; Schuurs 6.5 (27′ st Djidji 6), Buongiorno 6.5, Rodriguez 6; Singo 5.5 (18′ st Lazaro 6), Ricci 6, Ilic 6.5, Vojvoda 6; Seck 5.5 (20′ st Miranchuk 6.5), Vlasic 6; Sanabria 6.5 (27′ st Pellegri 6). All. Juric. A disposizione: Fiorenza, Gemello, Bayeye, Gravillon, Karamoh, Adopo, Gineitis, Linetty.
Arbitro: Camplone.
Marcatori: 32′ Buongiorno (T), 49′ st Pellegri (T).
Ammoniti: Rincon (S), Amione (S), Singo (T), Pellegri (T).
Espulso: Amione (S) al 51′ st dalla panchina.

LE STATISTICHE
Il Torino ha vinto due trasferte di fila in Serie A per la prima volta da agosto 2022 (quattro in quel caso, tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di quella corrente).
– La Sampdoria ha perso una partita casalinga in Serie A senza segnare per la prima volta dallo scorso 22 gennaio (0-1 vs Udinese).
– La Sampdoria è rimasta a secco di gol in due partite di fila contro il Torino in Serie A per la prima volta dal periodo tra il 1985 e il 1987 (tre in quel caso).
– Primo gol in Serie A per Alessandro Buongiorno; il granata è ora uno dei quattro difensori italiani nati dall’1/1/99 che nel campionato in corso contano almeno un gol e almeno un assist (1+1 per il giocatore del Torino).
– Con il gol di Alessandro Buongiorno il Torino conta 14 marcatori differenti nel campionato in corso, già tre in più rispetto agli 11 granata a bersaglio nell’intera Serie A 21/22 (11).
– Ivan Ilic ha partecipato a tre gol nelle nove presenze con il Torino in questa Serie A (un gol e due assist), dopo aver servito un solo passaggio vincente nelle prime 11 nel torneo disputate col Verona.
– Tra i centrocampisti che da inizio 2023 hanno preso parte a più di due gol in Serie A, solo Lazar Samardzic (2002) è più giovane di Ivan Ilic (2001) – una rete e tre assist per il serbo.
– Secondo gol di Pietro Pellegri in questa Serie A; ognuno degli ultimi cinque li ha realizzati in trasferta. Pellegri non ne realizzava due in una singola edizione del torneo dal 17/18.
– Quella di oggi contro la Sampdoria è stata la 50ᵃ presenza di Tomás Rincón con la Sampdoria in tutte le competizioni.