Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! vincere o morire il milan

Vincere o morire: il Milan con l’incubo di un anno fa, Mou si gioca il futuro

Milan e Roma, due delle squadre più bersagliate da infortuni in questo primo scorcio di stagione, avranno pochissimo margine di errore: c’è chi si gioca il futuro come appunto Mourinho, chi la fiducia dell’intera tifoseria come Leao: in molti hanno perso la pazienza. Lato futuro invece, Pioli ha pochi dubbi: salvo clamorosi colpi di scena, saluterà a giugno. E vuole farlo con dignità, nonostante tutto: blindare la difesa, come da lui stesso ammesso, è la priorità assoluta in questo momento. Se ci riuscirà lascerebbe un’ottima base al futuro sostituto: Ibrahimovic spinge per Antonio Conte. Un’ombra che man mano si fa sempre più minacciosa sull’allenatore parmense.

Tutti aspettano ‘magie’ da Conte, un po’ come da Mourinho che in conferenza ha ammesso: “Non sono José Harry Potter”. Come a dire: miracoli non ne faccio. Eppure gliene servirà uno per meritarsi la conferma in giallorosso con Friedkin che hanno, per ora, idee diverse. L’ex Inter, il quale sarà riempito dai fischi del Meazza rossonero, dovrà ribaltare pure le statistiche: il portoghese non ha mai vinto contro Pioli. Servirà il cuore e l’orgoglio giallorosso, le stesse componenti che i tifosi di casa chiedono al Milan. Vincere o morire, Giroud e compagni sono avvisati.