Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! augello complicano la corsa champions

Viola e Augello complicano la corsa Champions dell’Atalanta: colpo salvezza del Cagliari

LA PARTITA
La 31a giornata della Serie A rappresentava una grande occasione di riscatto per l’Atalanta, che poteva riavvicinarsi alla top-4 e invece cade a Cagliari: i sardi rimontano e vincono 2-1 grazie a Viola, decisivo da subentrante. Ritmi sostenuti sin dai primissimi minuti all’Unipol Domus, con una Dea molto aggressiva. Ederson sfiora subito la rete per gli ospiti, che passano al 14′ sfruttando una pessima lettura difensiva dei sardi: Lookman s’invola sulla corsia e pesca Scamacca, che batte Scuffet col pallonetto. Il nigeriano sfiora il raddoppio, ma dalla mezz’ora in poi esce alla distanza il Cagliari, che inizia a spingere dalle parti di Carnesecchi. La pressione sembra sterile, invece al 42′ ecco il pari: Augello si inserisce alla perfezione sull’assist di Shomurodov e, col suo sinistro, trova la prima rete in rossoblù. Premiata dunque la reazione degli isolani, che vanno al riposo sull’1-1. Nella ripresa Gasperini prova a gestire le energie in vista dei quarti di Europa League col Liverpool: fuori Scamacca e Koopmeiners al 55′, cambiano anche gli esterni. I ritmi si abbassano e sale il nervosismo, con cinque ammonizioni in mezz’ora, mentre le occasioni latitano.

El Bilal Touré sbaglia due occasioni, deludendo Gasp, e restituisce fiducia a un Cagliari che chiude col falso nueve e mostra una maggior verve nei venti minuti conclusivi. La rete che chiude i giochi arriva all’88’, e non è dei bergamaschi: Luvumbo scatta sulla destra, vede Viola e lo serve con un cross perfetto, insaccato in rete di testa. I sardi puniscono così un’Atalanta che si era spenta nel secondo tempo, pensando già alla trasferta di Anfield. Nel finale i nerazzurri tentano un disperato assalto, ma il Cagliari si difende a cinque e porta a casa un grande risultato. I rossoblù vincono 2-1, salgono a 30 punti e scavalcano tutte le concorrenti per la salvezza. Lecce (29), Udinese ed Empoli (28) e Verona (27) inseguono i rossoblù, ora 13mi a +4 sul Frosinone terzultimo (26) e sul Sassuolo penultimo (25). Si ferma a quota 50 l’Atalanta, che spreca una grande chance di accorciare sulla Champions League: la Dea è sesta a -5 dalla Roma e -8 dal Bologna. E Gasperini perde de Roon e Zappacosta (diffidati e ammoniti) per l’Hellas Verona.

LE PAGELLE
Viola 7 –
Il suo ingresso è la mossa vincente di Ranieri. Pur giocando in un ruolo non suo (centravanti), entra subito in partita e trova la rete della vittoria. Il colpo di testa non è la specialità della casa, ma arriva il 4° gol in Serie A.
Luvumbo 6.5 – Entra e spacca la partita (e la difesa di Gasp) con le sue accelerazioni. Fa due test e poi trova l’assist vincente per Viola: perfetto il suo cross, che va a consegnare il successo a Ranieri.
Gaetano 6.5 – Uomo ovunque in un Cagliari che tiene ampiamente a bada i nerazzurri di Gasperini. Avvia la manovra, la cuce da trequartista e pressa chiunque passi nella sua zona. Chiude da centravanti, prima di uscire stremato.
Lookman 6.5 – L’unico a convincere in un’Atalanta spenta, che sembra avere già la testa alle fatiche europee. Non a caso Gasperini lo tiene in campo novanta minuti, sperando che risolva tutto con una giocata.
El Bilal Touré 5 – Entra e, come Bakker (subentrante e sostituito con tanto di rimprovero), delude ampiamente Gasperini. Due occasioni sprecate, tanto fumo e pochissimo arrosto. Per ora l’acquisto più caro nella storia dell’Atalanta non si è rivelato vincente.
Toloi 5 – Senza Scalvini dovrebbe essere il perno e il totem della difesa, invece è il primo ad affondare. Shomurodov lo manda in tilt nell’azione del pari, Viola lo scavalca nel colpo di testa che chiude i giochi. Serata da dimenticare.

IL TABELLINO
Cagliari-Atalanta 2-1
Cagliari (4-3-2-1):
Scuffet 6; Nandez 6.5 (33′ st Zappa sv), Mina 6.5, Dossena 6.5, Augello 6.5 (33′ st Azzi sv); Sulemana 6, Deiola 6 (41′ st Wieteska sv), Makoumbou 6; Oristanio 6, Gaetano 6.5 (33′ st Viola 7); Shomurodov 6 (21′ st Luvumbo 6.5). A disposizione: Radunovic, Aresti, Lapadula, Prati, Hatzidiakos, Jankto, Obert, Mutandwa, Di Pardo. All. Ranieri.
Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi 6; Toloi 5, Djimsiti 5.5, Kolasinac 5.5; Hateboer 5.5 (1′ st Bakker 5.5 [41′ st Ruggeri sv]), de Roon 5.5, Ederson 6, Zappacosta 5.5 (21′ st Holm 5.5); Koopmeiners 6 (10′ st De Ketelaere 5.5); Scamacca 6.5 (10′ st Touré 5), Lookman 6.5. A disposizione: Musso, Rossi, Hien, Pasalic, Adopo, Bonfanti, Miranchuk. All. Gasperini.
Arbitro: Rapuano
Marcatori: 13′ Scamacca (A), 42′ Augello (C), 43′ st Viola (C)
Ammoniti: de Roon (A), Zappacosta (A), Deiola (C), Toloi (A), Luvumbo (C), Nandez (C)

LE STATISTICHE
Solo il Napoli (19) ha recuperato più punti da situazione di svantaggio rispetto al Cagliari (16) in questa Serie A.
Solo Bologna (10) e Atalanta (nove) hanno segnato più gol del Cagliari (otto, come la Roma) negli ultimi cinque minuti di gioco (minuti di recupero inclusi) in questo campionato.
Tra i giocatori che nei maggiori cinque tornei continentali in corso contano meno di 15 presenze da titolare in campionato, solo Chris Wood (11), Elijah Adebayo (nove) e Diogo Jota (nove) hanno segnato più gol di Gianluca Scamacca (otto).
Solo il Milan (14) ha segnato più gol grazie a giocatori subentrati rispetto al Cagliari (12) in questo campionato.
Nicolas Viola ha realizzato quattro gol in questo campionato e solo nel 2020/21 ha fatto meglio in una singola stagione di Serie A (cinque con il Benevento).
Gianluca Scamacca ha trovato il gol in due match esterni di fila per la quinta volta in carriera in Serie A, la prima dal periodo febbraio-marzo 2022 – il centravanti è riuscito a segnare in due trasferte consecutive almeno una volta con ciascuna delle squadre in cui ha militato nel massimo campionato (Genoa, Sassuolo e Atalanta).
Il Cagliari ha vinto tre delle ultime sei partite disputate in Serie A, tanti successi quanti nei precedenti 16 match affrontati nel massimo campionato.
Ademola Lookman (21 gol, 10 assist) è uno dei sei giocatori, nonché l’unico africano, a contare almeno 20 gol segnati e almeno 10 assist forniti nelle ultime due stagioni di Serie A (dal 2022/23), assieme a Giroud, Dybala, Kvaratskhelia, Rafael Leão e Berardi.
Il Cagliari ha segnato in ciascuna delle ultime sette partite interne di Serie A, striscia più lunga di match casalinghi con almeno un gol all’attivo per i sardi dal periodo compreso tra ottobre 2020 e gennaio 2021 (sette in quel caso con Eusebio Di Francesco allenatore).
Tommaso Augello ha segnato il suo primo gol in Serie A con la maglia del Cagliari, tornando al gol nel massimo campionato per la prima volta dal marzo 2023 (vs Juventus con la Sampdoria) interrompendo un digiuno che durava da 37 partite prima della sfida contro l’Atalanta.
Tommaso Augello è il primo difensore del Cagliari a segnare un gol in Serie A dal 26 novembre scorso (Dossena vs Juventus).