Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie!

Bologna, Fenucci sulla ripresa: “Sarà come un mondiale. Speriamo in tempi brevi per lo stadio”

Parte dall’assenso del Bologna alla controversa proposta del blocco delle retrocessioni l’intervento dell’ad felsineo, Claudio Fenucci, a Radio Rai nel corso di Radio Anch’io Sport: “Questa è stata una posizione comune espressa da tutta la Lega, ritenevamo giusto adeguarci alla maggioranza. L’obiettivo è quello di terminare il campionato e questo deve restare la priorità”, dice il dirigente rossoblu. “Se non sarà possibile la Lega ha espresso il principio della conservazione del merito sportivo. Come opinione personale credo che stia al presidente della Federazione trovare un compromesso tra le parti. Magari ci potrebbe essere anche uno spareggio tra la terzultima della A e la terza della B, come accade in Germania”.

L’auspicio è legarsi a lungo con Mihajlovic: “Ci piacerebbe, questo è il nostro desiderio. Stiamo pensando a un percorso a lungo termine con Sinisa, vorremo lavorare con lui per tanto tempo e anche lui ci ha detto di voler restare molti anni. Vedremo se a breve prolungheremo il contratto con il mister”.

Bologna, Fenucci sul nuovo Dall’Ara

La quarantena di gruppo in caso di positività è l’unica strada? “Dobbiamo trovare tutte le condizioni per finire il campionato. In altri Paesi il problema è stato risolto, in Italia i dati sono positivi e spero che si possa passare alla quarantena individuale, considerando anche i tamponi fatti ogni 4 giorni dalle varie società. Credo che si siano i presupposti per cambiare e per portare a termine il campionato”.

Sui tifosi negli stadi: “Con le giuste procedure qualcuno potrà rientrare, sarebbe importante far tornare una parte degli abbonati. Sarebbe davvero un grandissimo risultato. Il nuovo Dall’Ara? Il percorso è iniziato da tempo, insieme al Comune. La collaborazione prevede la ristrutturazione e adesso c’è anche l’accordo con Fincantieri e speriamo di arrivare alla conclusione in tempi relativamente brevi”.

Che tipo di ripartenza aspettarsi dal Bologna: “Stiamo lavorando per ripartire di corsa, sarà un torneo simile a un Mondiale. Il nostro progetto è quello di portare il Bologna a lottare per l’Europa: siamo lì e proveremo a prendere qualche squadra che al momento è davanti a noi”.