Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! nega il bis a dennis

Di Grassi nega il bis a Dennis, il sogno di Giovinazzi dura poco

Potrebbe rivelarsi una vera e propria passerella trionfale quella che attenderà Stoffel Vandoorne poco prima di Ferragosto a Seul. Il +36 su Mitch Evans ipoteca, di fatto, il Mondiale di Formula E a favore del belga della Mercedes: complice il quarto posto finale di quest’ultimo, che vale oro puro, e il contemporaneo ritiro del diretto inseguitore gli regala ormai più di mezzo trionfo finale, dopo una gara-2 a Londra vinta da Lucas Di Grassi, che raggiunge Sebastian Buemi come record di round ottenuti in questa categoria. Vergne, Ticktum e Rowland fanno subito fuori in avvio di gara. Comincia poi il valzer degli attack mode: Giovinazzi è però costretto al drive through e rovina subito la propria giornata: un vero peccato dopo l’ottima qualifica della mattinata (partiva terzo). De Vries sfrutta bene il jolly, vola in terza posizione e fa partire un gran duello con Da Costa, che si riprende poco dopo il piazzamento dell’olandese.

Là davanti Di Grassi sorpassa Dennis, ma quest’ultimo torna a condurre il round dopo l’attack mode del brasiliano. Nel frattempo, sia Evans sia Vandoorne risalgono rispettivamente al quarto e al quinto posto anche favoriti dalle disgrazie altrui. Ma è proprio una ‘disgrazia’ tecnica quella che colpisce proprio il neozelandese della Jaguar nel finale, per un pesantissimo zero in classifica. Di Grassi controsorpassa Dennis, che era alla ricerca del bis ma che deve accontentarsi del secondo gradino del podio. Terzo, infine, Nyck De Vries (Mercedes); Da Costa chiude quinto. In attesa delle due gare conclusive della stagione in Corea del Sud, la classifica piloti dice che Vandoorne adesso ha 36 punti su Evans e 41 su Edoardo Mortara, solo 13° oggi.

L’ORDINE D’ARRIVO