Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! super italia ai mondiali ceccon

Super Italia ai Mondiali: Ceccon e Pilato d’oro nei 100 dorso e nei 100 rana

Italia da urlo nella terza giornata dei Mondiali di Nuoto in corso a Budapest: nella terza giornata sono Thomas Ceccon e Benedetta Pilato a conquistare due ori da leggenda e portare così a sei le medaglie dell’Italia in Ungheria. Stratosferico Thomas Ceccon che riscrive letteralmente la storia del nuoto tricolore e internazionale: è il primo italiano a vincere una medaglia d’oro nei 100 metri dorso in qualsiasi competizione e lo fa firmando addirittura il record del mondo. Il tempo di 51”60 vale al 21enne veneto il primato mondiale, primo record italiano da Giorgio Lamberti nei 200 stile libero di 33 anni fa. Ceccon domina la gara dalla prima all’ultima bracciata precedendo gli americani Murphy e Armstrong.

A chiudere al meglio la giornata ci pensa poi Benedetta Pilato, la 17enne prodigio del nuoto azzurro che conquista l’oro nei 100 metri rana. Straordinaria la Pilato che in finale precede la tedesca Elendt e la lituana Meilutyte: 1:05.93 il tempo che permette alla tarantina di siglare una super rimonta nella seconda vasca, a fine gara le lacrime di Benedetta si fondono nell’acqua della vasca a certificare un momento da sogno per lei e il nostro nuoto. Delude invece Simona Quadarella, campionessa mondiale in carica ma solo quinta nei 1500 metri stile libero dominati dalla solita Ledecky. Per l’azzurra ancora crisi in questa distanza dopo la crisi delle Olimpiadi di Tokyo, proverà ancora una volta a rifarsi negli 800 metri.

CECCON: “OGGI NON AVEVO RIVALI”
“Devo ancora realizzare, 51″60 è veramente molto molto forte. Mi bastava fare la gara di ieri tenendo gli ultimi 15 metri e l’ho fatto. Non mi aspettavo questo tempo oggi”. Lo ha detto ai microfoni di Rai Sport il nuovo campione del mondo nei 100 dorso Thomas Ceccon, che ha realizzato anche il nuovo record del mondo. “Il primato del mondo è un qualcosa che nella carriera di uno sportivo è tanta roba, poi anche gli altri sono andati abbastanza forte – ha proseguito l’azzurro – Murphy sapevo che si nascondeva, fa sempre così lui, anche l’altro americano sapevo che poteva andar forte. Io però mi sentivo bene, la gara di ieri mi ha dato tanta sicurezza. Sapevo di non avere rivali oggi”.

PILATO: “VITTORIA SORPRENDENTE”
“Era la mia prima finale mondiale nei 100 rana e già ero contenta di averla raggiunta. Aver vinto è davvero sorprendente. Prima della gara piangevo di gioia per Ceccon che mi ha fatto rivivere le sensazioni provate quando ho stabilito il record mondiale e adesso eccomi qua con l’oro al collo. Sono stracontenta e soddisfatta del mio lavoro e del mio percorso”. Sono queste le prime parole di Benedetta Pilato dopo il successo nei 100 rana ai Mondiali di nuoto di Budapest. “Dall’argento di Gwangju sono cambiate moltissime cose. Sono tre anni che sembrano molti di più perché le aspettative sono sempre più impegnative. Ho avuto anche un po’ di problemi fisici che mi hanno condizionato, ho imparato a reagire positivamente ai risultati negativi. Sto crescendo anche se resto sempre la più piccola della squadra, quindi me la godo. Siamo una nazionale fortissima. Siamo uniti, vinciamo, sembra venire tutto facile”.