Ricevi notizie sportive per delle giocate online straordinarie! united rugby championship prima gioia

United Rugby Championship: prima gioia per le Zebre, ancora ko Benetton

ZEBRE-DRAGONS 23-18
Era dal 27 febbraio 2021 che le Zebre non vincevano una partita dell’United Rugby Championship. Allora, gli emiliani vinsero 26-15 al Lanfranchi contro i Dragons: impresa ripetuta dopo più di un anno, con il 23-18 rifilato ai gallesi che vale il primo successo stagionale nella competizione. La partita si mette subito bene per Parma, che trova l’unica meta del primo tempo con Bigi, mentre il tabellino si completa con i piazzati di Rizzi per i padroni di casa e di Davies per i Dragons. La prima metà della ripresa sembra sorridere agli ospiti, che con due mete di Jones e Rosser ribaltano tutto e si portano sul 18-11. A quel punto, però, arrivano la meta tecnica per l’infrazione di Davies e, soprattutto, quella del classe 2001 Simone Gesi, che al 74′ mette a segno la giocata decisiva. Alla fine, è festa per le Zebre, che cancellano lo 0 alla voce delle vittorie, tornano a sorridere dopo 27 sconfitte consecutive e chiudono con un successo la stagione casalinga dell’United Rugby Championship.

LIONS-BENETTON 37-29
Nello storico stadio della finale della Rugby World Cup del 1995, Benetton dura un solo tempo e subisce così il settimo ko di fila in United Rugby Championship. Una punizione di Hendrikse apre il match dopo nemmeno 2 minuti di gioco a favore dei Lions. La prima meta dell’incontro viene segnata al 14′ da Schoeman: la difesa di Treviso viene sorpresa dalla penetrazione di Horn che precede l’8-0 della franchigia sudafricana. Albornoz riduce le distanze tre minuti più tardi con un drop (8-3) e, dopo un avvio complicato, Benetton ribalta tutto: le mete di Smith e di Drago, con le successive trasformazioni dello stesso Smith, fissano il punteggio sull’8-17. Una bellissima rimessa laterale porta alla schiacciata sempre del numero 15 (+14). Tuttavia, proprio allo scadere del primo tempo, arriva il 15-22 targato Hendrikse. La ripresa comincia così come aveva iniziato la prima parte di gara: i Lions partono a mille e pareggiano i conti con la meta di van der Merwe. Smith spreca il nuovo vantaggio ospite su punizione e, al 52′, Pienaar effettua il controsorpasso: 27-22. Hendrikse fa volare i padroni di casa sul +12; il piazzato di Pienaar precede la meta finale di cannone, per il 37-29.