martingala scommesse

Martingala scommesse: pro e contro di questo metodo di gioco

Il metodo martingala è un modo di scommettere che ha radici molto antiche, molti secoli or sono, infatti, esso veniva utilizzato nel classico “testa o croce” e in altri giochi con probabilità di vincita del 50%.

Ancor prima di scoprire come si può applicare questo metodo alle scommesse, cerchiamo di capire di cosa si tratta e quali sono i principi su cui si fonda.

Martingala scommesse: un metodo matematico

Come dicevamo, il sistema martingala non è semplicemente una strategia di gioco, bensì è un vero e proprio modello matematico applicabile a qualsiasi serie di eventi per i quali le possibilità di vincita siano identiche a quelle di perdita; perfino Wikipedia dedica al metodo martingala una pagina di approfondimento in cui espone questo approccio in termini matematici e probabilistici.

Questa strategia prevede sostanzialmente che il giocatore punti una determinata somma sull’esito di un evento per il quale, rimarchiamolo ancora una volta, le probabilità di vincita devono essere del 50%.

Se l’esito è positivo, dunque se il giocatore vince, effettuerà una seconda puntata su un altro evento scommettendo il medesimo importo, in caso di sconfitta invece dovrà puntare una somma doppia, con l’obiettivo di recuperare subito la perdita registrata.

Il classico esempio del “testa o croce”

Per comprendere meglio il concetto possiamo fare un esempio, ovvero il classico lancio di una moneta.

La possibilità che il risultato finale sia “testa” piuttosto che “croce”, o viceversa, è esattamente al 50%, ecco perché si tratta di un esempio assolutamente perfetto, inoltre bisogna immaginare che, in caso di esito positivo, si vinca una somma doppia rispetto a quella puntata.

Immaginiamo di puntare 10 euro sull’esito “testa”: se l’esito è positivo vengono guadagnate 10 euro, dunque ci si ritrova con 20 euro complessive, se invece l’esito è negativo, per recuperare la somma perduta si dovranno scommettere 20 euro.

Anche a questo punto si aprono due opzioni: in caso di esito positivo si vinceranno 40 euro, dunque si sarà immediatamente rientrati della perdita precedente, se invece si registrerà una nuova perdita bisognerà raddoppiare ulteriormente l’importo scommesso nell’evento successivo, quindi dovrà essere effettuata una nuova puntata di 40 euro con l’obiettivo di guadagnarne 80.
Sulla base di questi principi, la serie può proseguire all’infinito.

L’applicazione del sistema martingala alle scommesse

Il metodo martingala, come si accennava in precedenza, può essere applicato alle scommesse.

Per riprodurre le medesime condizioni descritte per l’esempio del lancio di una monetina, bisogna prevedere delle scommesse singole su eventi che abbiano una quota di 2,00, o anche poco superiore: in questo modo infatti ad ogni vincita si andrà quantomeno a raddoppiare l’importo scommesso.

Dal punto di vista puramente matematico, tuttavia, bisogna sottolineare che l’applicazione del metodo martingala alle scommesse calcio non può essere considerata al pari del lancio di una monetina: per quanto sia vero che anche in questo caso il capitale venga raddoppiato ad ogni vincita, è vero anche che le quote sono determinate dai bookmakers in maniera del tutto soggettiva, quindi non si può parlare di probabilità in termini oggettivi.

Anche nelle scommesse martingala dunque l’abilità del giocatore e la sua capacità di valutare eventuali variazioni quote sono degli aspetti assolutamente rilevanti.

I vantaggi del sistema martingala

Ora che abbiamo scoperto cos’è il sistema martingala e su cosa si basa, possiamo analizzarlo in maniera critica ed analizzarne i vari aspetti.

A livello teorico, il metodo martingala scommesse sembra quasi essere la “tecnica perfetta”: si tratta, come visto, di una progressione in cui le vincite vengono accumulate, mentre le perdite sono recuperate in maniera tempestiva.

In termini puramente statistici è effettivamente così, ma non si può trascurare l’elevato livello di rischio che contraddistingue tale approccio.

martingala scommesse

Gli svantaggi del sistema martingala

Il principale svantaggio del sistema martingala è appunto il fatto che, per rimediare ad eventuali perdite, il giocatore è chiamato a raddoppiare progressivamente gli importi scommessi, e questo può rendere il gioco particolarmente azzardante.

È pur vero che, per ragioni puramente statistiche, una serie di esiti negativi sia prima o poi destinata ad interrompersi, ma l’eventualità che si registrino diversi esiti negativi consecutivi non può assolutamente essere esclusa, anzi va considerata con tutta l’attenzione del caso.

Il rischio del sistema martingala: un esempio pratico

Immaginiamo che un giocatore effettui puntate da 50 euro l’una e che registri, suo malgrado, 6 eventi negativi di fila, ovvero una progressione sicuramente molto sfortunata, ma tutt’altro che inverosimile.

Dopo la prima sconfitta, dovrà effettuare una puntata da 100 euro, dopo la seconda dovrà scommettere 200 euro, dopo la terza 400 euro, dopo la quarta 800 euro, dopo la quinta 1.600 euro, dopo la sesta ben 3.200 euro, senza trascurare il fatto che la serie negativa, purtroppo, potrebbe proseguire.

Come visto, dunque, per una serie di appena 6 eventi negativi ci si è ritrovati a scommettere cifre assolutamente azzardanti per una persona che ha delle condizioni economiche nella media, di conseguenza l’idea di dover raddoppiare costantemente gli importi scommessi con l’obiettivo di recuperare le somme perdute potrebbe far cadere il giocatore in un tunnel pericoloso.

Non bisogna dimenticare, peraltro, che i bookmakers italiani prevedono un massimale di vincita di 10.000 euro per quel che riguarda le scommesse singole, inoltre sono liberi di rifiutare puntate particolarmente alte laddove dovessero reputarle “sospette”; anche per queste ragioni, dunque, il rischio a cui espone il sistema martingala è davvero molto alto.

Martingala scommesse: le opinioni su questa strategia

Sulla base di quanto visto, si può affermare che il sistema martingala è una strategia davvero molto rischiosa, soprattutto per il giocatore “medio” che non ha certo dei grandi capitali da investire.

Sebbene, a livello statistico, questa metodologia sia assolutamente razionale, una serie di esiti sfortunati potrebbe comportare perdite economiche non indifferenti e potrebbe portare lo scommettitore a farsi carico di rischi che non è in grado di sostenere, sia in termini economici che psicologici.

Progressione al raddoppio: una versione più prudente del metodo martingala

Un metodo simile al martingala, il quale è tuttavia molto più prudente, è quello delle cosiddette scommesse al raddoppio.

Anche in questo caso si parla di una progressione di scommesse e si deve puntare su eventi che abbiano una quota di almeno 2,00, la differenza però è che nelle diverse giocate va scommesso sempre lo stesso importo, a prescindere da quale sia stato l’esito dell’ultima scommessa effettuata.

Sebbene, con tale metodo, l’ottenimento di un guadagno sarà un obiettivo potenzialmente meno immediato, si potrà evitare la necessità di dover raddoppiare gli importi delle puntate in caso di perdite, e ciò significa rendere il rischio decisamente più controllato.

A differenza del metodo martingala, dunque, le semplici progressioni di scommesse al raddoppio possono essere un metodo ideale anche per il giocatore medio, o comunque per chi vuol scongiurare l’eventualità di dover scommettere cifre importanti.

Williams2021 VERIFICA
215€ Bonus Benvenuto 15€ Subito + 200€
Eurobet VERIFICA
5€ BONUS + 10€ BONUS + BONUS FINO A 200€
Codere VERIFICA
OFFERTA BENVENUTO SPORT